it.mpmn-digital.com
Nuove ricette

Boston Food Tours porta i sapori del quartiere d'Italia nel Massachusetts

Boston Food Tours porta i sapori del quartiere d'Italia nel Massachusetts


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Michelle Topor ti mostrerà il meglio di Little Italy

Non c'è dubbio che ogni città del mondo vanta un'offerta gastronomica unica. Ma se il tempo è poco e non hai opportunità di full immersion, fare il tour gastronomico giusto fa la differenza tra essere un turista incapace o acquisire una piena comprensione di dove andare e cosa comprare. Prendete, ad esempio, il North End di Boston: una passeggiata informale lungo le strade acciottolate della più antica comunità italiana d'America rivela molti sapori allettanti nelle vetrine dei negozi di fine Ottocento. Ma solo dopo aver partecipato ai Boston Food Tours gestiti da Michele Topor, impari davvero la distinzione tra i negozi di alimentari di quartiere di vecchia data e quelli che potrebbero essere nuovi arrivati ​​non necessariamente mantenendo gli stessi standard del Vecchio Mondo.


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio sulla semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo di wagyu di grado A5 presentato (con molta, molta, attenzione) accanto a una roccia nera riscaldata a 600°F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge da quando è stato aperto nel 2008.A Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno per l'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo allevati ad erba locale e non si è mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene.La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria.Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger. Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Dove mangiare e bere a Boston: una guida del posto

Ovviamente c'è un rotolo di aragosta in questa lista e, per cominciare, nientemeno. Senza mangiarne uno, difficilmente potresti dire di essere stato a Boston. Ma ci sono molti panini cattivi (e troppo cari) in città, quindi avvertimento. Il fatto è che un involtino di aragosta è uno studio nella semplicità, una meraviglia della somma delle sue parti, quindi ogni parte deve essere perfetta: il panino spaccato alla piastra burroso, la carne dolce, la mano leggera con condimenti e aggiunte . E tutti gli abbellimenti non necessari - panini brioche, tobiko, pomodori cimelio o lattuga (brivido) - sono spesso solo distrazioni dalla carne inferiore.

Il rotolo di aragosta al Row 34, situato in un arioso magazzino convertito nel quartiere di Fort Point Channel, è misericordiosamente privo di aggiunte inutili. Il proprietario dello chef Jeremy Sewall ottiene la maggior parte della sua carne da suo cugino, Mark, che comanda una barca fuori dal porto di York nel Maine, il che significa che gli involtini di aragosta sono sempre dolci e freschi e non hanno assolutamente bisogno di cortine fumogene. Sia che tu prenda il tuo rotolo con maionese o burro caldo, è sempre perfetto. La vicinanza del ristorante ai centri finanziari e tecnologici della città significa che c'è sempre una vivace scena di bar, con un programma di birre davvero impressionante da abbinare. E se ti ritrovi a desiderare un panino dopo una partita dei Red Sox, il ristorante gemello di Row 34's Kenmore Square, Island Creek Oyster Bar, prepara i suoi panini con la stessa deliziosa carne, anche se li ricoprono un po' di più con crème fraîche e rosmarino- panino profumato.

Picco

Non perdere l'occasione di assaporare la pura prelibatezza di una crosta croccante e soffice, resa più gommosa e particolarmente piccante grazie a due giorni di fermentazione a freddo, condita con cipolle saltate, scalogno e crème fraîche Gruyère all'aglio e, sì, pancetta. Non ci sono scuse per tale decadenza, tranne che gli alsaziani hanno apportato variazioni al piatto (chiamato tarte flambè o flammekueche) per alcune centinaia di anni, e sembrano andare bene. La versione di Picco è una sensazione affumicata, cremosa e dolce-aspra.

Il proprietario di Picco, Rick Katz, è un pasticcere da più di 30 anni e porta un livello di attenzione al suo impasto che rasenta la genitorialità in elicottero. Ogni ciclo climatico, ogni stagione, ogni nuovo sacco di farina richiede aggiustamenti: più tempo, più acqua, meno calore. In tutti gli anni che ho mangiato le sue torte, non ho mai trovato un centro fradicio o una mollica poco aperta o un aumento inadeguato intorno ai lati. E Katz ti smentirà dall'idea che una pizza davvero buona abbia bisogno di un forno in pietra a legna, poiché Picco utilizza una Wood Stone a gas con un ponte a infrarossi, che consente di spostare la pizza dalla zona relativamente più fresca a quella più calda per una doratura finale di char intorno ai bordi.

Quindi prendi una sedia e immergiti nell'atmosfera rilassata del quartiere. Negli ultimi anni, il South End è diventato una destinazione per le giovani famiglie, quindi nessuno ti giudicherà se il tuo bambino versa il latte mentre ti godi la tua torta di adulti. (E se porti il ​​tuo bambino, tanto meglio per inciso, Picco sta per Pizza and Ice Cream Company, e la dozzina di gusti, più il sorbetto, sono tutti fantastici.)

Tony Messina ha vinto il premio "Best Chef: Northeast" 2019 dalla James Beard Foundation basato sulla poesia delle sue composizioni di sashimi all'UNI di Back Bay. Pensa a combinazioni come il branzino spagnolo con chermoula verde, uva sultanina e limone conservato, o il kingfish con fragola, acetosella e cetriolo. Altrove nel menu, c'è Kalbi-Braised Lobster con Kimchi Butter e Duck Carnitas di ispirazione thailandese. Ma scelgo questo piatto più elementare—manzo crudo wagyu di grado A5 presentato (molto, molto, attentamente) accanto a una roccia nera riscaldata a 600 ° F, un piatto di sale e salsa sukiyaki—perché è un'esperienza, sia primitiva (cruda carne, calore crudo) e teatrale.

Come per i nostri sopracitati involtini di aragosta, questo piatto dipende interamente dalla qualità del prodotto, che, in questo caso, è il taglio di manzo più burroso che ti lascerai mai sciogliere sulla lingua. Dopo otto secondi sulla pietra, il manzo sprigiona un aroma di burro marrone e, al primo morso, ricorda il foie gras nella sua ricchezza. In un mondo in cui il fast-casual di alto livello è la tendenza dominante, la semplice decadenza di questo piatto combinata con l'ambiente lussuoso della metà del secolo giapponese, è un perfetto contrappunto.

Celeste

Boston ama i suoi accademici, e noi amiamo soprattutto le storie di tipi intelligenti che entrano nel settore della ristorazione (vedi anche: Joanne Chang). JuanMa Calderón e Maria Rondeau hanno iniziato la loro carriera rispettivamente come registi e architetti, e Celeste è un'estensione del ristorante pop-up che hanno iniziato a ospitare nella loro casa di Cambridge nel 1993. Il piccolo 24 posti conserva un'atmosfera intima e casalinga, solo molto più fresco, tutte le pareti bianche e schiocchi di colore (un pezzo d'arte è il poster del film per l'ultimo lavoro di Calderón, Amores Gatos, che Rondeau ha prodotto).

Il cibo è ispirato ai piatti che Calderón ha imparato da sua madre, quindi troverai eccellenti versioni dei classici peruviani come causa, una terrina di patate fusion cinese-peruviana (nota anche come Chifa), come i gamberi all'aglio e il piatto nazionale lomo saltado, un soffritto di manzo con cipolle e pomodori. Ma amo soprattutto i vividi sapori del ceviche mixto, con il suo mix di sale, acido, calore, patate dolci e un po' di grasso di mais tostato. La marinata è brillante con peperoncini aji amarillo e vibrante con agrumi e sale è un piatto che crea l'atmosfera per l'intero pasto.

Bar in fiore

Michael e Den Duan sono venuti in America con il sogno di una vita sul palcoscenico dell'opera, ma col tempo hanno deciso di aprire un ristorante appena fuori Boston, a Brookline. Poi, come in molte aziende di famiglia, il figlio, Ran, si è fatto avanti per portarlo nella generazione successiva. Ran ha preso tutto questo slancio creativo e lo ha trasformato verso il programma di cocktail: prima nel secondo ristorante della famiglia Sichuan Garden a Woburn, dove ha sviluppato un ristorante nel ristorante chiamato Baldwin Bar, e, in seguito, nella posizione originale di Brookline, dove il Sichuan Garden è stato completamente rinnovato e riaperto come Blossom Bar, con una moderna atmosfera da tiki bar e tenui colori tropicali. Cerca solo di sentirti triste in una stanza come questa.

Da allora l'arte dei cocktail di Ran ha ottenuto elogi dalla stampa locale, oltre che da scudiero, GQ, Cibo e vino, e un certo numero di altri. E, insieme ad altri mixologi famosi come Jackson Cannon di Eastern Standard e The Hawthorne e Naomi Levy di Better Sports Social Club, ha contribuito a rendere Boston una destinazione indiscussa per i cocktail. Il Gloria, un cocktail sviluppato dal bar manager Will Isaza, ha vinto la divisione East Coast al concorso nazionale Legacy Cocktail 2019 ed è una potente miscela di rum invecchiato, frutto della passione, lime, cannella, caffè e mascarpone. Può sembrare pesante, ma la moderazione vince la giornata e l'esuberanza tropicale di questa bevanda è solo il calore di cui abbiamo bisogno per superare gli inverni apparentemente infiniti di Boston.

Bagelsauro

Passa al menu di questa piccola panetteria di Cambridge e, prima di svenire per lo shock da adesivo ($ 24 per una dozzina di bagel di un fornaio!?), ecco un aneddoto: un'amica che divide il suo tempo tra l'Upper West Side di New York e Tel Aviv era in città per una visita. È una scrittrice di cibo di successo, esperta di cibo ebraico, e si trovava dietro l'angolo della panetteria. Trattenni il respiro mentre formulava il suo verdetto. "Questi sono", ha detto, "i migliori bagel che ho avuto in vita mia".

La proprietaria Mary Ting Hyatt ha sviluppato lentamente le sue ricette e la sua attività, iniziando con un negozio pop-up settimanale da Cutty's a Brookline, stabilendo infine una base di fan accaniti prima di aprire il suo negozio. Le lunghe file sono una testimonianza del suo successo, quindi fai quello che fanno i locali e chiama il tuo ordine (solo nei giorni feriali) piuttosto che combattere per la manciata di tavoli. I bagel di Hyatt impiegano ben 24 ore per essere realizzati: un lievito madre vecchio di decenni dà il via al lento processo di fermentazione e vengono bolliti e cotti nelle meraviglie gommose e incredibilmente croccanti che sono. E quando combini, diciamo, un bagel tutto con un uovo troppo medio, cheddar di Cabot, burro di senape e pancetta (opzionale, ma non proprio), hai il miglior panino per la colazione in città, ancora meglio con una tazza di La Colombe caffè.

Union Oyster House

Boston è una grande città di ostriche, ma nessun posto ha una patina come questa. L'Union Oyster House è la più antica casa di ostriche di Boston ed è in realtà il più antico ristorante americano in servizio continuo, infatti, mentre sorseggi i tuoi Cotuit, Wellfleet o Duxburys, sarai in vista dello stand preferito di John F. Kennedy (numero 18). Intorno al 1775, questo edificio servì come quartier generale per Ebenezer Hancock, ufficiale pagatore dell'esercito continentale. E proprio in questo bar di ostriche, Daniel Webster ha bevuto il suo brandy e acqua giornalieri. L'arredamento non è cambiato molto da allora, che è proprio come piace a noi.

La posizione del ristorante, tra Faneuil Hall e il North End, lo rende una tappa naturale per i turisti, ma è facile per la gente del posto dimenticare il fascino di questa operazione di quasi 200 anni. Potremmo tutti seguire l'esempio di Webster e goderci un drink e alcuni bivalvi appena sgusciati, di solito un mix di varietà della costa orientale e occidentale che variano nel loro equilibrio di dolcezza e salamoia. Oppure prendi un altro boccone dalla storia e prendi le ostriche Rockefeller, quella ricetta di fine Ottocento in cui le ostriche sono ricoperte da un ripieno burroso ed erbaceo.

Craigie Burger

Tony Maws è un altro chef vincitore di Beard il cui raffinato ristorante, Craigie on Main, è stato uno dei preferiti dell'intellighenzia di Cambridge sin dalla sua apertura nel 2008. Al Craigie on Main, Maws offre sia il suo amore per la precisa tecnica francese che il suo impegno all'approvvigionamento locale, quindi quando ha sviluppato un hamburger per il menu del bar adiacente, è stato realizzato con una miscela di tagli di manzo nutriti con erba locale e non ha mai vantato una fetta di pomodoro fuori stagione. A causa dei limiti della fornitura di carne bovina nutrita con erba in quel momento, ne produceva solo 18 al giorno.

L'hamburger ha sviluppato un seguito di culto, reso più zelante dalla scarsità dell'hamburger.Quindi immagina la nostra gioia quando Maws, insieme ai suoi soci, Michael Leviton e Nick Zappia, ha aperto un bar tutto hamburger all'interno del vivace Time Out Market, un enorme e arioso food hall vicino a Fenway Park dove stanno sfornando alcuni dei migliori chef della città variazioni veloci e casual sui loro piatti d'autore. Il menu di Craigie Burger elenca solo tre hamburger, oltre a una ciotola di hamburger e patatine fritte, ma sono tutti fantastici e non si esauriscono. Sono parziale al "O.G." versione, con il suo panino ai semi di sesamo fatto su misura, fette piccanti di formaggio Cheddar e ketchup fatto in casa. Per il tortino stesso, la carne di manzo viene allevata in modo sostenibile, quindi miscelata, macinata e grigliata su misura. Ha una succosità burrosa che pochi hamburger possono eguagliare.

Orfano

Lo chef/proprietario Tiffani Faison è una star della scena culinaria di Boston. O, più precisamente, è un sole, grande e luminoso, che attira altri nella sua orbita. La sua adozione anticipata di West Fenway, con l'apertura nel 2011 del suo barbecue Sweet Cheeks, ha stabilito il quartiere come destinazione per la ristorazione. Ora, con il suo quarto ristorante, Orfano, solo un paio di porte più in basso dagli altri, Faison serve piatti italo-americani moderni con il suo caratteristico mix di irriverenza verso la forma e, quando conta, serietà verso il cibo.

I fan di lunga data ricorderanno che ha lasciato il segno per la prima volta con la cucina ligure-italiana al Rocca, ed è bello ritrovarla nel mondo degli gnocchi e dei salumi arrotolati a mano. Ma in questo ristorante, con la sua atmosfera adulta e moderna da steakhouse, Faison serve un mix di tagli di prima qualità e classici della nonna, trattando le piccate e le parmi del mondo con il massimo rispetto. In quest'ultimo caso, la Parmigiana di Maiale è una braciola di maiale di razza storica battuta sottile, poi farcita con mozzarella e servita alla marinara. È familiare ma fresco, una combinazione che si distingue in una serie di vincitori.

Sofra

Un anno prima che Yotam Ottolenghi sconvolgesse la scena gastronomica londinese con il suo primo caffè omonimo, Ana Sortun stava aprendo gli occhi di Boston ai sapori di Turchia, Grecia, Siria e Nord Africa nel suo primo ristorante, Oleana. A Sofra, nel quartiere meno chiacchierato di West Cambridge, lei e la pasticcera Maura Kilpatrick portano la stessa sensibilità in un formato panetteria/caffè, servendo meze, zuppe, insalate, shawarma e alcuni dei pasticcini fusion più fantasiosi del il paese in uno spazio compatto e colorato fornito di spezie di prima qualità, halvas, marmellate, oli e altri elementi essenziali della dispensa mediorientale. (I tavoli possono essere difficili da trovare, quindi arriva presto.)

Da non perdere i "Maureos" ripieni di halvah al forno, ciambelle al tahini condite con ganache al caramello salato ed eterei panini mattutini profumati con acqua di fiori d'arancio. (A proposito di prodotti da forno eccezionali, tieni presente che Boston è una degna città di pasticceria: consiglio vivamente anche i famosi panini appiccicosi serviti nelle panetterie Flour di Joanne Chang e le ciambelle al ribes al forno presso la panetteria Clear Flour a Brookline.)


Guarda il video: Բոստոնի արձակուրդային ճանապարհորդական ուղեցույց. Expedia


Commenti:

  1. Kamaal

    Sì grazie

  2. Burkhart

    Penso che questa sia un'ottima idea. Sono completamente d'accordo con voi.

  3. Aarush

    Non mi si avvicina affatto.

  4. Nikosar

    Qualcosa è troppo complicato ... e secondo me è progettato per un blogger che per un webmaster

  5. Alpha

    Segui l'impulso della blogosfera sui blog di Yandex? Si scopre che Sosa-Sola ha rivelato il suo ingrediente segreto! Questi sono vermi :)



Scrivi un messaggio