it.mpmn-digital.com
Nuove ricette

48 ore a Lisbona

48 ore a Lisbona



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Lisbona è ruvida intorno ai bordi. Le sue strade sono scivolose e irregolari e le sue pareti sono rotte e consumate, ma l'atmosfera è contagiosa e il cibo è delizioso. Sebbene sia accessibile come altre città europee, Lisbona ha un'atmosfera distinta che è allo stesso tempo accogliente e audace. Anche se sta vivendo una sorta di rinascita, con locali notturni e ristoranti più eleganti che spuntano in tutti i quartieri della città, puoi ancora trovare il cibo migliore in quel buco senza pretese nel muro in fondo alla strada. Sebbene stia guadagnando terreno tra i turisti, la città sembra ancora un segreto. Quindi, ecco come farei 48 ore a Lisbona...

Giorno uno

Ogni bar serve un forte caffè portoghese e uno dei tanti dolci per cui Lisbona è famosa, la colazione a Lisbona è facile come uscire di casa ed entrare nel bar più vicino. Ne troverei uno con pareti screpolate e colorate e un personaggio dietro il bancone della pasticceria che può darti uno scoop sul quartiere. Uno dei migliori è Botica do Café: non puoi sbagliare.

Poi, passerei dal Castelo de S. Jorge. Non solo il castello è un bellissimo punto di riferimento storico, ma il quartiere che lo circonda è pieno di attività e vale la pena attraversarlo. Anche se il castello è un punto di riferimento, è sempre pieno di gente del posto che lo trova una bella pausa dalla città. Di solito c'è anche una donna che canta fado nelle vicinanze.

Prossima tappa: la spiaggia. Costa da Caparica è una delle spiagge più invitanti di Lisbona, che serve pesce fresco e perfetta sangria direttamente sull'acqua. Quando hai finito con il pranzo, trova il tuo posto sulla sabbia e rilassati: ti convertirai a Caparica in pochissimo tempo.

Mentre torni in città, fai una sosta al famoso e amato Pastéis de Belém per un dolce tradizionale portoghese. Questa panetteria è aperta dal 1837 e probabilmente non ha mai visto passare un giorno senza servire una lunga fila di lisbonesi affamati e visitatori. Ordina un pastel de nata (o due): la crostata alla crema è l'istantanea perfetta dei dolci di Lisbona. (Foto per gentile concessione di Flickr/pedro prats)

Dirigiti verso il tetto dell'hotel Bairro Alto mentre il sole sta tramontando per un drink e una delle migliori viste della città. Poi tornerei a casa per cambiarmi, ma non mi fermerei a lungo.

Non potrei mai convincermi a saltare la cena al Café de Sao Bento. Apri la porta, tira indietro una tenda di velluto rosso e vedrai una brasserie vecchia scuola con divanetti rossi, luci soffuse e un classico bancone in legno scuro sul retro. Non guardare il menu; basta ordinare il loro piatto d'autore: bistecca cotta con aglio e latte, servita con alcune delle migliori patatine fritte in circolazione. Chiedi una raccomandazione sul vino rosso. (Foto per gentile concessione di Flickr/nsfmc)

Se ti senti ancora in movimento, la fiorente scena della vita notturna di Lisbona ha varie velocità, dal controllo automatico della velocità a tutto gas. Vai per un drink rilassato (di nuovo con una vista meravigliosa) al Chapitô o passa una notte intera al club multilivello Incognito.

Secondo giorno

Dopo un caffè forte e una pasticceria diversa (vivi un po'), inizierei prendendo un taxi per Sintra. È un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO ed è un luogo selvaggio e meraviglioso da esplorare, completo di un castello moresco e dell'imponente catena montuosa nazionale di Sintra. Consiglio di abbandonare ogni parvenza di dieta sana per poter provare mosaico (o salame di cioccolato) già che ci sei. Chiamato 'salame di cioccolato' per la sua forma (e non per gli ingredienti), questo è uno di quei dolci che cercherete di replicare o di trovare ad ogni costo in casa, ma senza successo. (Foto per gentile concessione di Flickr/alvarosant)

Quindi, tornerei in acqua per prendere il sole e rilassarmi a Guincho. Ufficialmente situata a Estoril (a due passi da Lisbona), Guincho è una spiaggia vivace frequentata anche dai kitesurf. Torna su sopra le rocce per il pranzo a Mar do Inferno. Inizia con il loro fantastico formaggio e poi passa direttamente ai frutti di mare. Anche qui una bottiglia di bianco dovrebbe andar bene.

La sera andavo all'acquario nella parte di nuova costruzione della città chiamata Parque das Naçöes. So che suona strano, ma resta con me. Innanzitutto, questa parte della città ha una serie di ottimi ristoranti come Búfalo Grill, che serve churrascaria in stile brasiliano, e República da Cerveja. (Foto per gentile concessione di Flickr/epeigne37)

Successivamente, è il momento di colpire Casino Lisboa, proprio dietro l'angolo. È un tocco di Las Vegas a Lisbona, con numerosi ristoranti e spettacoli dal vivo in tutto il casinò. Il gioco d'azzardo in un portoghese estremamente stentato con un drink in mano, tuttavia, si rivela un ricordo duraturo (ed esilarante).


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale esplose. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The traveseiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Condividere Tutte le opzioni di condivisione per: I 12 dolci portoghesi imperdibili

Dalle deliziose crostate all'uovo al budino di pancetta, i dolci portoghesi vengono caricati con tuorli d'uovo, zucchero e altri ingredienti ricchi. La maggior parte di questi dolci indulgenti ha però un'origine sorprendentemente pia: conventi e monasteri cattolici.

Le suore e i monaci portoghesi sono stati i pionieri dei dolci del paese a partire dal XV secolo, quando il Portogallo dominava le rotte commerciali globali, compreso il commercio delle spezie, e l'industria dello zucchero coloniale fiorì. Nella sola regione di Évora - a solo un'ora di macchina da Lisbona - c'erano 11 conventi che producevano dolci alla fine del XVI secolo. "Stiamo parlando di una piccola regione di un piccolo paese come il Portogallo", afferma Vitor Sobral, uno degli acclamati chef di Lisbona. “Il numero di conventi e la diversità dei dolci che producevano è incredibile.”

Perché suore e monaci erano attori così importanti nella pasticceria? La leggenda narra che inamidassero il bucato con gli albumi e dovessero inventare un uso per tutti i tuorli in eccesso. Ma la verità è che hanno semplicemente avuto il tempo. Rita João e Pedro Ferreira, autori dell'enciclopedia della pasticceria portoghese Fabrico Próprio: il design della pasticceria semiindustriale portoghese, scrivono: “Questi luoghi di fede e di clausura erano spesso veri e propri laboratori di creazione, dove i religiosi si dedicavano al recupero di antiche ricette, o alla sperimentazione di nuovi ingredienti provenienti da tutto il mondo”.

Gli ingredienti principali di questi dolci sono tuorli d'uovo e zucchero, oltre a farina, noci, cannella, vaniglia, cocco e altre spezie. I monaci e le monache avevano un senso dell'umorismo, anche i pasticcini hanno nomi come "doppio mento d'angelo" o "pancetta dal cielo".

Ancora oggi, a distanza di secoli, vengono preparati più di 200 tipi di prelibatezze secondo le loro ricette originali. Lisbona ospita una scena di pasticceria vivace e diversificata, con dolci, compresi quelli della tradizione conventuale, esposti con orgoglio nelle vetrine dei negozi in tutta la città. Cerca i cartelli con la scritta "Fabrico Próprio" (fatto in casa), a garanzia del carattere artigianale dei dolci.

Ecco 12 specialità portoghesi da non perdere e i posti migliori per trovarle a Lisbona.

Bolo de Mel da Madeira (torta al miele di Madeira)

Con le sue numerose piantagioni di canna da zucchero, l'isola di Madeira divenne un importante deposito per la produzione di zucchero per tutte le colonie portoghesi. Questa torta scura e speziata è fatta con miele di canna da zucchero, noci, chiodi di garofano, anice stellato e cannella e ha un forte sapore di melassa. La torta è considerata il dolce più antico di Madeira, risalente a 600 anni fa. Gli isolani di Madeira di solito lo preparano l'8 dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione, ma si può trovare tutto l'anno sull'isola così come a Lisbona. Nota: Come vuole la tradizione locale, la torta va tagliata a mano, non con il coltello.

Origine: Isola di Madeira
Dove trovarlo a Lisbona: Mercearia Criativa Avenida Guerra Junqueiro 4A | +35 (1)2 18 48 51 98

Papos de Anjo (Il doppio mento dell'angelo)

Come molti altri dolci portoghesi, papos de anjo richiedono un'enorme quantità di tuorli d'uovo - circa 20. Uno dei dolci più popolari nella storica provincia del Douro Litoral, la sua creazione può essere fatta risalire al Monastero di Santa Clara della regione settentrionale, fondato nel XVIII secolo.

Secondo la maggior parte delle ricette per questo dolce, i tuorli devono essere montati fino a quando non si gonfiano, quindi il composto viene cotto fino a quando non si è rassodato. Le paste risultanti vengono poi bollite leggermente nello sciroppo di zucchero aromatizzato principalmente con rum, vaniglia o scorza d'arancia. Il prodotto finito può essere avvolto in un'ostia e tagliato a mezzaluna, oppure conservato in semplice sciroppo.

Origine: Regione costiera del Douro (i più famosi provengono dalla città di Amarante)
Dove trovarlo a Lisbona: Chão das Almas Avenida de Roma 28B | +35 (1)2 11 33 78 65

Ovos Moles (uova morbide)

Le uova morbide di Aveiro sono così adorate in Portogallo che sono state la prima pasticceria conventuale a ricevere uno status protetto dalla Commissione Europea. Queste delicate ostie — che sono appunto le ostie della comunione — sono farcite con una morbida crema di tuorli d'uovo e zucchero che deve essere cotta a una temperatura ben precisa, in modo che quando si addenta la cialda, la crema di tuorlo dolce si sciolga nel vostro bocca. L'aspetto di questa confezione la rende particolarmente originale: ispirata al paesaggio marino di Aveiro, ovos talpe hanno la forma di pesci, conchiglie e botti.

Origine: Aveiro
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Travesseiro de Sintra (Cuscini di Sintra)

Non tutti i nomi dei dolci portoghesi hanno temi celesti. Travesseiro, come viene chiamata questa prelibatezza, si traduce in "grande cuscino", un promemoria che vale la pena sognare. (In realtà, il nome deriva dalla sua forma: The travesiro è un dolce rettangolare a base di mandorle e crema di uova.) È stato preparato per la prima volta a Casa Piriquita, un panificio fondato nel 1862, nella città di Sintra. La nipote dei fondatori si è imbattuta nel travesiro mentre leggevo un libro di vecchie ricette e ho deciso di provarlo. Secondo i proprietari di Piriquita, la ricetta ha anche un ingrediente segreto. Nessuno sa se sia vero, ma mantiene i clienti in fila alla porta di Piriquita.

Origine: Sintra
Dove trovarlo a Lisbona: Confeitaria Nacional Praça da Figueira 18B | +35 (1)2 13 42 44 70

Vivi il Portogallo di persona

Ora puoi prenotare un viaggio pieno di cibo in Portogallo, offerto da Eater e Black Tomato. Scopri l'itinerario.

Pastel de Belém (Pasticceria di Belém)

Un altro dei dolci più leggendari del Portogallo, questa ricetta di torta all'uovo è stata creata dai monaci del monastero di Jerónimos a Belém e successivamente venduta a una vicina famiglia portoghese che ha fatto pastéis de Belém da allora. La loro pasticceria, la famosa Fábrica dos Pastéis de Belém, è l'unico posto dove trovare il vero Pastéis de Belém pochissime persone conoscono la ricetta segreta dei monaci.

Tre chef uniscono gli ingredienti lontano da occhi indiscreti, poi un grande staff assembla a mano il dolce, comprese le croste. Mentre la ricetta è segreta, alcune cose a parte pastéis de Belém dalle molte altre torte all'uovo del Portogallo: la pasta sfoglia è leggermente salata ed estremamente croccante, e la crema pasticcera è fatta con latte - non panna - che la rende meno dolce.

Origine: Belém, un quartiere di Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica dos Pastéis de Belém R. Belém 84-92 | +35 (1)2 13 63 74 23

Pastel de Nata (torta alla crema pasticcera)

Sebbene il pastello di Belém la ricetta rimane un segreto, esistono molte altre versioni della torta all'uovo in tutto il Portogallo. Il pastel de nata è il cibo più iconico di Lisbona, una città dove il tempo sembra essersi fermato per i piccoli piaceri della vita, in particolare cibo e dolci. La ricetta è diventata così popolare che ci sono molte varianti tra pasticcerie e panifici sia per la forma che per il ripieno. Meglio sperimentato appena sfornato, cosparso di cannella e zucchero a velo, mangiane uno o, ancora meglio, provane molti.

Origine: Lisbona
Dove trovarlo a Lisbona: Manteigaria Rua do Loreto 2 | +35 (1)2 13 47 14 92, Pastelaria Fim de Século Rua João Frederico Ludovice 28 | +35 (1)2 17 64 92 94e Nata Lisboa Rua da Prata 78 | +35 (1)2 13 47 21 44

Pastel de Feijão (pasta di fagioli)

Conosciuta anche come torta di fagioli, questa pasta è fatta con fagioli bianchi cotti e schiacciati e mandorle. Una donna di nome Joaquina Rodrigues, che viveva nella città portoghese di Torres Vedras, ha inventato questo dolce alla fine del XIX secolo. I suoi parenti trasmisero la ricetta e nel XX secolo i suoi discendenti aprirono fabbriche di dolci che presto ebbero successo oltre i confini del paese. Il purè di fagioli e le mandorle grattugiate conferiscono alle piccole torte una consistenza soda e bilanciano la dolcezza.

Origine: Torres Vedras
Dove trovarlo a Lisbona: Fabbrica do Pastel de Feijão Rua dos Remédios 33 | +35 (1)9 67 77 12 96

Pudim Abade de Priscos (pudding portoghese di pancetta)

Manuel Joaquim Machado Rebelo, abate della parrocchia di Priscos, era considerato uno dei più grandi cuochi portoghesi del XIX secolo, noto per la preparazione di sontuosi banchetti per la famiglia reale. Questa è una delle poche ricette che ha condiviso. Il suo budino era famoso non solo per il suo gusto particolare e la consistenza uniforme (soda e vellutata fino in fondo), ma anche per i suoi particolari ingredienti: vino porto e maiale (di solito provenienti dalle regioni di Chaves o Melgaço). Puoi appena percepire la consistenza del grasso di maiale mentre si fonde con il gusto incomparabile dei tuorli e le note di vino porto, cannella e agrumi.

Origine: Braga
Dove trovarlo a Lisbona: Café Lisboa Largo de São Carlos 23 | +35 (1)2 11 91 44 98

Queijadas de Requeijão de Évora (torta al formaggio di Evora)

Come con molte altre ricette portoghesi, a queijada è una piccola, dolce crostata (preparata con formaggio o requeijão, un formaggio portoghese simile alla ricotta) che sta nel palmo della mano. Questa ricetta ha origine da un convento nella parte meridionale del Portogallo ed è popolare a Évora, una delle città più storiche del paese e patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il formaggio di pecora aggiunge un sapore pungente e un'acidità che ben si bilancia con la dolcezza dello zucchero e del tuorlo d'uovo.

Origine: Évora
Dove trovarlo a Lisbona: Casa dos Ovos Moles Calçada da Estrela 142 | +35 (1)9 19 30 37 88

Sericaia

Questo è un tradizionale budino di uova portoghese della regione dell'Alentejo. Le suore dei conventi di Elvas e Vila Viçosa affermano entrambe di essere le creatrici del dolce, ma la versione più tradizionale della ricetta è più legata a Elvas, dove il dolce è condito con le famose prugne della regione.

Il budino ha una perfetta quantità di dolcezza, con un tocco finale di cannella e una consistenza molto liscia. Gli ingredienti sono gli stessi di altri dolci portoghesi, ma Sericaia utilizza anche gli albumi per creare una consistenza più ariosa, prova che le suore potrebbero fare miracoli: sono state in grado di creare ricette completamente diverse da prodotti identici.

Origine: Alentejo
Dove trovarlo a Lisbona: Bica do Sapato Avseguito Infante D. Henrique, Armazém B Cais da Pedra a Sta Apolónia | +35 (1)2 18 81 03 20, Taberna da Rua das Flores Rua das Flores 103 | +35 (1)2 13 47 94 18

Torta de Azeitão (Tortas di Azeitão)

Questo dolce portoghese inizia con un sottile foglio di morbido pan di spagna che viene spalmato con crema di tuorlo d'uovo dolce, cosparso di cannella, quindi arrotolato e tagliato in pezzi di tre pollici. Secondo la leggenda, la ricetta è stata creata da Manuel Rodrigues, un cieco che divenne un rinomato produttore di torte e dolci. Le torte di Azeitão sono dolci tradizionali tipici della zona da cui prendono il nome nella contea di Setúbal. Ha una consistenza meravigliosa: il pan di spagna morbido e umido con la vellutata crema di tuorlo d'uovo creano la combinazione perfetta in bocca. Limone e cannella tagliano la dolcezza e gli conferiscono un gusto equilibrato che si abbina bene con un bicchiere di Moscatel de Setúbal, un vino dolce anch'esso prodotto nella regione.

Origine: Azeitão
Dove trovarlo a Lisbona: Doçaria de Azeitão (Parque das Nações) Gare do Oriente, Avenida Dom João II, Piso -1 | +35 (1)2 11 92 02 63

Toucinho do Céu (pancetta dal cielo)

L'uso del grasso di maiale è tradizionale nelle pasticcerie portoghesi. Il Toucinho do céu, tradotto letteralmente come "pancetta dal cielo", è un dolce di mandorle fatto con lardo di maiale. Creato nel XVIII secolo dalle suore del Convento di Santa Clara nel nord del Portogallo, secondo il sito di gastronomia Estila da Vida, questo dolce denso è uno dei dolci più popolari del paese. Sebbene il convento sia stato chiuso nel 1910, alcune suore hanno ripreso le ricette tradizionali e le hanno condivise. L'aggiunta di mandorle tritate conferisce alla torta una consistenza soda e un sapore di nocciola che si abbina bene ai tuorli d'uovo.

Origine: Guimarães
Dove trovarlo a Lisbona: Pastelaria Alcôa R. Garrett 37 | +35 (1)2 11 36 71 82

Rafael Tonon è un giornalista e scrittore di cibo brasiliano che ha recentemente pubblicato un libro su 50 ristoranti a San Paolo che hanno più di 50 anni.


Guarda il video: 48 HOURS IN LISBON!