Nuove ricette

Perché il nostro governo dice che i peli di roditore e i frammenti di insetti nel tuo cioccolato vanno bene?

Perché il nostro governo dice che i peli di roditore e i frammenti di insetti nel tuo cioccolato vanno bene?


Negli ultimi anni, la parola ha preso in giro che il burro di arachidi, alimento base dell'infanzia, è legalmente autorizzato a contenere frammenti di insetti e peli di roditore (e se non lo sapevi, ci scusiamo per essere il portatore di cattive notizie). La FDA ha fissato linee guida sui "livelli di azione contro i difetti alimentari" per centinaia di alimenti e rimarrai scioccato da ciò che il governo federale consente in questi prodotti.

Perché il nostro governo dice che i peli di roditore e i frammenti di insetti nel tuo cioccolato vanno bene? (Presentazione)

Pubblicato per la prima volta nel 1995, il Manuale dei livelli di difetto definisce rigorosamente i "livelli di difetti naturali o inevitabili negli alimenti che non presentano rischi per la salute dell'uomo". E per "difetti" non intendono la quantità di lividi sulle mele. Significano la quantità di cose davvero cattive, come vermi, muffe e, sì, cacca di roditore, che ritengono sicuro da consumare. E mentre ripetono più volte nel manuale che mangiare le quantità consentite di questa roba non causerà alcun problema di salute, è comunque piuttosto disgustoso pensarci.

Prima di andare oltre, è importante notare che solo perché è la quantità massima consentita, ciò non significa che ci siano, ad esempio, otto frammenti di insetti in ogni grammo di cannella in polvere.

"Non è corretto presumere che, poiché la FDA ha stabilito un livello di azione sui difetti per un prodotto alimentare, il produttore di alimenti deve solo rimanere appena al di sotto di quel livello", osserva il manuale. "I livelli di difetto non rappresentano una media dei difetti che si verificano in nessuno dei prodotti: le medie sono in realtà molto più basse". Anche se questa è una buona notizia, è inquietante sapere con cosa i produttori di alimenti sono in grado di farla franca, e puoi scommettere che alcuni lo fanno.

Quindi continua a leggere per conoscere 13 cose cattive che la FDA consente nel tuo cibo, un campione di quali alimenti sono ammessi e quanto ne è consentito (la maggior parte dei livelli sono dati per 100 grammi, quindi come punto di riferimento, uno barattolo di burro di arachidi contiene circa 500 grammi). Puoi leggere il manuale ufficiale qui, ma potresti non volerci soffermare troppo; a volte, l'ignoranza è davvero beatitudine.


I batteri compaiono solo una volta nell'elenco, per fortuna, sotto "Uova e altri prodotti a base di uova, congelati". Se, esaminati al microscopio, ci sono più di 5 milioni di batteri per grammo, il prodotto non può essere venduto.


Secondo il manuale, i copepodi sono "piccoli crostacei marini che nuotano liberamente, molti dei quali sono parassiti dei pesci. In alcune specie le femmine entrano nei tessuti del pesce ospite e possono formare sacche di pus”. Sì, è disgustoso come sembra, e tre su 100 pesci rossi e persici oceanici esaminati possono contenere "uno o più copepodi accompagnati da tasche di pus".


Perché il nostro governo dice che i peli di roditore e i frammenti di insetti nel tuo cioccolato vanno bene? - Ricette

di Paul Nison

L'ultimo e più grande cosiddetto super cibo promosso nel mondo del crudismo è il cioccolato crudo, noto anche come cacao. Io stesso ero entusiasta quando ne ho sentito parlare per la prima volta. Ma dopo averlo provato, non mi sentivo così bene. Ho chiesto ad altri come si sentivano dopo aver consumato il cacao e non ci sono state lamentele. Quello era allora. Dopo alcuni mesi, ho iniziato a ricevere sempre più lamentele da persone che assumevano cacao. Non mi ha sorpreso perché il cioccolato in generale non fa bene a noi. A parte il problema degli enzimi, perché il cacao crudo dovrebbe essere così salutare per noi?

È stato allora che ho deciso di fare ricerche e ho trovato alcuni fatti spaventosi. Ciò che è ancora più spaventoso è che le persone ne sono così dipendenti che, anche dopo aver appreso dell'elevata possibilità di effetti dannosi, continuano a consumarlo. Quello che mi preoccupa di più è la quantità che le persone mangiano. Se qualcuno ha preso un pizzico, diciamo una volta alla settimana, allora forse non dovrebbe preoccuparsi. Quando vedo persone indotte a credere che ci siano molti benefici per la salute nel consumare cucchiai ogni giorno, è semplicemente pazzesco!

Se stai seguendo una dieta crudista perché vuoi trovare una tossina naturale che ti faccia sentire sballato, allora hai trovato un buon prodotto. Attenzione, perché ci sono molti aspetti negativi. Se stai seguendo una dieta cruda per benefici per la salute, consumare cioccolato in qualsiasi forma dovrebbe essere fuori dalla tua lista e fuori dalla tua mente.

In una delle migliori guide alle materie prime mai scritte Diet by Design: Fruits, Nuts and Natural Foods (disponibile su www.rawlife.com) si dice quanto segue sul cacao:

Il cioccolato e il cacao sono veri e propri rischi per la salute a causa delle sostanze chimiche, dei contaminanti e degli additivi che contengono. Le sostanze chimiche all'interno del cioccolato sono chiamate metilxantine. Possono essere ulteriormente classificati come teobromina, caffeina e teofillina, che hanno tutti effetti deleteri sul corpo. La teobromina è nota per causare una serie di sintomi tra cui crescita ghiandolare anormale, nervosismo, depressione, ansia, insonnia, problemi gastrointestinali e prurito. La caffeina è altamente sospettata di essere cancerogena ed è direttamente collegata a problemi cardiaci e circolatori, difficoltà ghiandolari, disturbi nervosi, osteoporosi, anomalie del parto e così via. La teofillina provoca problemi di stomaco, nausea, vomito e disturbi nervosi.

La trasformazione delle fave di cacao in polvere e cioccolato è un procedimento a dir poco antigienico e rischioso. Per essere blunt-cioccolato e cacao sono intrecciati con feci e peli di animali, insetti e muffe. La muffa cancerogena chiamata aflatossina è stata trovata in grandi quantità sulle fave di cacao.

I limiti consentiti sono stati fissati dalla FDA per quanto riguarda le feci dei roditori e le parti di insetti nel cioccolato e nel cacao! Come citato da Poison With a Capital C, ogni volta che mangi una tavoletta di cioccolato, può contenere un pelo di roditore e 16 parti di insetto e portare ancora la benedizione della FDA., e Per la polvere di cioccolato o le torte non ci devono essere più di 75 frammenti di insetti in tre cucchiai di polvere e il 4% delle fave di cacao può essere infestato da insetti. Gli escrementi animali (come escrementi visibili di ratto) non devono superare i 10 milligrammi per libbra.

Ora, dopo aver appreso queste informazioni, le persone continueranno ancora a indulgere, inventando scuse per continuare a mangiarle. Si prega di notare che non ho motivo di scrivere queste informazioni, se non per rendervi consapevoli della verità. Infatti, guadagnerei moltissimo se vendessi cioccolato crudo e prodotti che lo contengono. Ma non posso farlo, sapendo la verità.

Tengo conferenze in tutto il mondo, principalmente negli Stati Uniti. Ho già tenuto più di 100 lezioni solo quest'anno. Quasi ad ogni lezione che tengo, qualcuno viene da me dicendomi che ha sperimentato uno o più dei sintomi di cui sopra dopo aver consumato il cacao. Ora, se stai mangiando cacao e non hai avuto sintomi, questo non significa che vada bene per te. È solo questione di tempo, quindi perché non fermarti adesso.


Perché il nostro governo dice che i peli di roditore e i frammenti di insetti nel tuo cioccolato vanno bene? - Ricette

Wow, scusa se le mutandine si ammucchiano. Le storie sono reali, triste a dirsi: ho vissuto 7 anni ad Alamogordo e 7 anni a Las Cruces. Ho combattuto scarafaggi in entrambe le località.

Inoltre sulle storie dell'orrore.

MERCI E LIVELLI DI AZIONE DEI DIFETTI
Prodotto
DIFETTO
(Metodo)
Livello di azione

PIZZO, MACINATO
sporco di insetti
(AOAC 981.21)
Media di 30 o più frammenti di insetti per 10 grammi

sporcizia di roditore
(AOAC 981.21)
Media di 1 o più peli di roditore per 10 grammi

FONTE DEL DIFETTO: Frammenti di insetti - pre/post raccolta e lavorazione dell'infestazione da insetti. Pelo di roditore - contaminazione post-raccolta e/o lavorazione con peli di animali o escrementi
SIGNIFICATO: Estetico

PIZZO, INTERO
Muffa
(MPM-V32)
In media il 5% o più di bacche in peso sono ammuffite

FONTE DEL DIFETTO: : Infezione pre-raccolta e/o post-raccolta
SIGNIFICATO: Potenziale pericolo per la salute - può contenere funghi che producono micotossine

BURRO DI MELE
Muffa
(AOAC 975.51)
La media del numero di muffe è del 12% o più

sporcizia di roditore
(AOAC 945.76)
Media di 4 o più peli di roditore per 100 grammi di burro di mele

insetti
(AOAC 945.76)
Media di 5 o più insetti interi o equivalenti (senza contare acari, afidi, tripidi o cocciniglie) per 100 grammi di burro di mele

FONTE DEL DIFETTO: Muffa - infezione post-raccolta. Pelo di roditore - contaminazione post-raccolta e/o lavorazione con peli di animali. Insetti interi o equivalenti - pre-raccolta e/o post-raccolta e/o lavorazione dell'infestazione da insetti,
SIGNIFICATO: Estetico

ALBICOCCHE IN SCATOLA
sporcizia di insetti
(MPM-V51)
Una media del 2% o più per conteggio è stata danneggiata o infettata da insetti

FONTE DEL DIFETTO: Infestazione da insetti pre-raccolta
SIGNIFICATO: Estetico

ASPARAGI, IN SCATOLA O SURGELATI
sporcizia di insetti
(MPM-V93)
Il 10% per numero di lance o pezzi è infestato da 6 o più uova e/o sacche di coleottero di asparagi attaccate

insetti
(MPM-V93)
Gli asparagi contengono una media di 40 o più tripidi per 100 grammi
O
Gli insetti (interi o equivalenti) di 3 mm o più hanno una lunghezza aggregata media di 7 mm o più per 100 grammi di asparagi

FONTE DEL DIFETTO: Infestazione da insetti pre-raccolta
SIGNIFICATO: Estetico

CIOCCOLATO E LIQUORE AL CIOCCOLATO
sporcizia di insetti
(AOAC 965.38)
La media è di 60 o più frammenti di insetti per 100 grammi quando vengono esaminati 6 sottocampioni da 100 grammi
O
Ogni sottocampione contiene 90 o più frammenti di insetti

sporcizia di roditore
(AOAC 965.38)
La media è di 1 o più peli di roditore per 100 grammi in 6 sottocampioni da 100 grammi esaminati
O
Ogni sottocampione contiene 3 o più peli di roditore

Conchiglia
(AOAC 968.10-970.23)
Per il liquore al cioccolato, se il guscio supera il 2% calcolato sulla base di pennini privi di alcali

FONTE DEL DIFETTO: Frammenti di insetti - infestazione da insetti post raccolta e/o lavorazione, Pelo di roditore - contaminazione post raccolta e/o lavorazione con peli o escrementi animali, Conchiglia - contaminazione da lavorazione
SIGNIFICATO: Estetico

BURRO DI ARACHIDI
sporcizia di insetti
(AOAC 968.35)
Media di 30 o più frammenti di insetti per 100 grammi

sporcizia di roditore
(AOAC 968.35)
Media di 1 o più peli di roditore per 100 grammi

Grinta
(AOAC 968.35)
Sapore granuloso e residuo inorganico insolubile in acqua è superiore a 25 mg per 100 grammi
FONTE DEL DIFETTO: Frammenti di insetti - infestazione da insetti pre-raccolta e/o post-raccolta e/o lavorazione, Pelo di roditore - contaminazione post-raccolta e/o lavorazione con peli o escrementi animali, Graniglia - contaminazione del raccolto
SIGNIFICATO: Estetico

Normalmente non vado a questi livelli di pubblicazione. E mi scuso molto sinceramente se questo ti offende ulteriormente. T of C è a solo 1 ora di macchina da Las Cruces. Ho trascorso una discreta quantità di tempo nelle vicinanze di T o C nel corso degli anni, utilizzando strutture pubbliche mentre mi godevo le mie passioni basate sulla biologia dove ho incontrato gli scarafaggi. Sfortunatamente, secondo la mia opinione personale, così come l'opinione di un ex professore universitario alla NMSU, possono essere fuori vista e fuori di testa, ma sono ancora lì. Negli anni del college ho vissuto con coinquilini che erano paranoici sulla presenza di scarafaggi, uno dei quali era il fratello minore del mio migliore amico. Avevamo una casa in affitto fumigata, spruzzata e trattata con acido borico E incontravamo ancora scarafaggi. Abbiamo specie di scarafaggi sia autoctone che introdotte nello stato, sono solo una delle tante altre creature che vanno a sbattere di notte qui fuori.

Ancora una volta, mi scuso se questo ti offende. Il mio post originale, né questo, erano intesi come tali. Solo un'opinione e un'offerta di guida da parte di un biologo nativo del Nuovo Messico.


Il cacao crudo o il cioccolato fondente sono davvero salutari?

Molte persone sono state disinformate e confuse dal grande movimento nelle industrie alimentari del cacao crudo e del cioccolato fondente per credere che queste sostanze siano alcuni degli alimenti più salutari al mondo che puoi mangiare e dovresti mangiarne quanto vuoi. Queste affermazioni semplicemente non sono vere e, secondo me, sono motivate dalla dipendenza e dal denaro.
I produttori di cacao crudo e cioccolato fondente stanno facendo un grande profitto su questo sano clamore di marketing e fanno pagare il massimo per qualcosa che in realtà non è molto meglio per te di una barretta di cioccolato a buon mercato dal negozio di alimentari. I dipendenti dal cioccolato, come tutti i tossicodipendenti, sono sempre alla ricerca di un modo per giustificare l'uso o il consumo della loro droga preferita e si arrabbiano quando provi a dirgli il contrario. Proprio come gli alcolisti amano sentire che una birra al giorno o un bicchiere di vino ha dei benefici per la salute quando tutti ne sappiamo davvero bene. Non importa come lo tagli, mangiare cioccolato o cacao crudo su base regolare non è salutare.

I sostenitori del cacao crudo e del cioccolato fondente diranno che c'è una differenza tra cioccolato crudo e raffinato. La differenza principale è che il cacao crudo e il cioccolato fondente contengono alti livelli di antiossidanti e minerali, mentre il cioccolato raffinato no. Tuttavia, le questioni su cui mi sto concentrando in questo post sono vere indipendentemente dal fatto che si parli di cioccolato raffinato, cioccolato fondente o cacao crudo.

I sostenitori della mania del cacao crudo ci dicono che è salutare per noi perché è molto ricco di antiossidanti e magnesio. Beh, potrebbe essere vero, ma per determinarne il livello di salubrità devi guardare al valore nutrizionale complessivo di un alimento, non solo a un componente. Gli aspetti negativi che sono inerenti al cioccolato in qualsiasi forma superano di gran lunga gli aspetti positivi.

Il cacao crudo contiene oltre 300 sostanze chimiche presenti in natura e molte di esse sono dannose per il corpo e la mente umane se consumate regolarmente. Molti di loro potrebbero essere considerati tossine. Alcuni dei più potenti, dannosi e sconcertanti includono teobromina, teofillina e caffeina. Queste sostanze chimiche hanno un effetto devastante sul sistema nervoso centrale, sul sistema gastrointestinale, sul sistema cardiovascolare ed endocrino e possono provocare depressione, ansia, nervosismo, insonnia, disturbi gastrointestinali, affaticamento surrenale, affaticamento cronico, nausea, disturbi nervosi, osteoporosi, cuore e circolazione disturbi e molti altri. Le sostanze chimiche nel cacao crudo sono in realtà molto più potenti del cioccolato lavorato perché ci vengono presentate in forma grezza.

Tutto il cioccolato viene prodotto attraverso la fermentazione e qualsiasi alimento fermentato è ricco di glutammato e istamina, che può contribuire a livelli elevati nelle persone con alti livelli di istamina o glutammato.

È anche molto ricco di muffe e micotossine (tossine prodotte da alcune specie di muffe) come l'aflatossina e l'ocratossina, che possono portare a una vasta gamma di sintomi neurologici. L'aflatossina è anche cancerogena e si trova anche nelle arachidi, nei pistacchi, nel riso, nel grano e nel mais. Il cioccolato è anche ricco di acido ossalico che può inibire l'assorbimento del calcio.

Oltre a ciò, il cacao crudo stimola alti livelli di serotonina, endorfine e dopamina, tre neurotrasmettitori cruciali coinvolti nella regolazione dell'umore, del dolore, del sonno e dell'appetito e del ciclo della dipendenza, e ha alti livelli di altre sostanze chimiche come la feniletilamina e l'anandamide. .

La serotonina è il nostro antidepressivo naturale, la dopamina fornisce sensazioni di felicità, piacere, concentrazione e attenzione e le endorfine sono i nostri antidolorifici naturali. Sono necessari livelli sufficienti di neurotrasmettitori per una buona salute fisica e mentale, tuttavia, livelli elevati di uno qualsiasi di questi neurotrasmettitori producono sensazioni di intenso piacere, euforia, benessere e riduzione del dolore. Ad esempio, le persone diventano dipendenti dagli oppioidi perché aumentano le endorfine, le anfetamine perché aumentano la dopamina e l'alcol perché aumenta la dopamina, le endorfine e la serotonina.

La feniletilamina è un'anfetamina che stimola i recettori della dopamina e aumenta il polso, i livelli di zucchero nel sangue, la vigilanza e la pressione sanguigna. La feniletilamina si trova naturalmente nel nostro cervello ed è la sostanza chimica rilasciata quando ci innamoriamo e quindi il motivo per cui molte persone sono dipendenti dall'innamoramento e hanno relazioni seriali. Tuttavia, la feniletilamina che si trova naturalmente è molto più bassa in quantità e potenza rispetto al cioccolato.

L'anandamide è un endocannabinoide, un neurotrasmettitore che è influenzato dall'uso e dalla dipendenza dalla marijuana, fornendo così un tipo simile di sballo. Gli endocannabinoidi influenzano la percezione sensoriale e temporale, il piacere, l'appetito, il dolore, la coordinazione, la concentrazione, la memoria, il pensiero e il movimento e hanno un effetto smorzante su tutti gli altri neurotrasmettitori. Anch'essi si trovano naturalmente nel cervello, ma la marijuana e il cioccolato provocano una stimolazione eccessiva, che produce lo sballo. Inoltre, altre sostanze chimiche nel cioccolato riducono la degradazione del nostro neurotrasmettitore anandamide, che prolunga gli effetti euforici del cioccolato.

Il cioccolato contiene un'altra sostanza chiamata epicatechina che ha un'attività simile alla morfina. Nel Rompere la seduzione del cibo, afferma il dottor Neal Barnard: "la verità è che il cioccolato è, in sostanza, una droga che crea dipendenza. Prende di mira lo stesso punto del cervello dell'eroina o della morfina.” Ciò è dimostrato in parte dal fatto che gli studi hanno scoperto che il naloxone, un farmaco che blocca gli oppiacei che viene utilizzato per invertire gli effetti di un'overdose di eroina, è stato trovato per eliminare anche voglie e desiderio di cioccolato. In effetti, Naloxone renderà il cioccolato completamente sgradevole. Dimostrando così che il cervello è influenzato dal cioccolato allo stesso modo degli oppiacei.

Afferma, il cioccolato non stimola i recettori degli oppiacei allo stesso modo dei narcotici, ma è un effetto simile e questa è la forza trainante di ciò che ci fa tornare per più cioccolato. Secondo Barnard, il desiderio di cioccolato può essere eliminato anche con alcuni altri farmaci che prendono di mira i neurotrasmettitori come Wellbutrin e Topamax, dimostrando ancora una volta l'influenza del cioccolato sui neurotrasmettitori

Barnard, spiega che "il cioccolato non è solo un singolo composto simile a una droga, è fondamentalmente l'intera farmacia, tracce di oppiacei blandi, caffeina, componenti simili alle anfetamine e l'equivalente di una leggera zaffata di marijuana", tutto avvolto in uno.Tuttavia, proprio come il gusto dello zucchero che tocca la lingua sembra inviare un segnale al cervello che innesca un effetto oppiaceo praticamente istantaneo, il cioccolato probabilmente fa lo stesso in aggiunta agli effetti della sua cornucopia chimica. Se il cioccolato è combinato con una miscela 50/50 di zucchero e grassi, (sostanze che influenzano anche i neurotrasmettitori) “raggiunge il suo punto di massima irresistibilità.”

Inoltre, in una revisione della letteratura, i ricercatori hanno dedotto che "il cioccolato può evocare reazioni psicofarmacologiche e comportamentali simili in persone sensibili" come droghe e alcol. "Spiegano che "il cioccolato contiene diversi costituenti biologicamente attivi (metilxantine, ammine biogene). , e acidi grassi simili ai cannabinoidi), che potenzialmente causano comportamenti anormali e sensazioni psicologiche parallele a quelle di altre sostanze che creano dipendenza. Può essere usato da alcuni come una forma di automedicazione per carenze alimentari (es. magnesio) o per bilanciare bassi livelli di neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione dell'umore, dell'assunzione di cibo e dei comportamenti compulsivi (es. serotonina e dopamina)." Avvertono i professionisti della dietetica che devono essere consapevoli che le voglie di cioccolato sono reali. Gli effetti psicofarmacologici e chemiosensoriali del cioccolato devono essere considerati quando si formulano raccomandazioni per un'alimentazione salutare e per il trattamento di problemi di salute legati alla nutrizione.”

Questo è il motivo per cui il cioccolato ti fa sentire così bene ed è così avvincente. Sei essenzialmente fatto quando mangi cioccolato. La presenza di queste sostanze chimiche indica in realtà che il cacao crudo è una droga che altera la mente e crea dipendenza. Il cacao crudo sovrastimola o imita i neurotrasmettitori nel cervello, proprio come le droghe pesanti come la cocaina e la morfina. La sovrastimolazione o l'imitazione dei neurotrasmettitori fa sì che il cervello riduca la produzione poiché è indotto a pensare di averne troppi e questo porta all'esaurimento dei neurotrasmettitori e alla tolleranza.

L'esaurimento dei neurotrasmettitori porta alla dipendenza, oltre a una varietà di altri problemi di salute come squilibri dei neurotrasmettitori, insonnia, depressione, ansia, obesità, iperattività, dolore cronico, affaticamento, nervosismo, affaticamento surrenale e violenza. Il cioccolato in qualsiasi forma stimola sentimenti di euforia, che ci spingono a tornare per averne di più. Se si consumano alte dosi di cacao crudo, possono verificarsi allucinazioni.

Quando mangi cioccolato o cacao crudo, è come se avessi bevuto un po' di spinello, bevuto un po' di vino, sniffato un po' di cocaina e metanfetamine, e fatto un po' di eroina allo stesso tempo, perché stimola le endorfine, dopamina, serotonina e anandamide allo stesso modo di questi farmaci. È un po' meno potente delle droghe più pesanti, ma ha sempre lo stesso identico processo nel cervello. Non c'è da meravigliarsi se il mondo è innamorato del cioccolato.

Molte di queste sostanze chimiche sono anche sovrastimolanti per il sistema nervoso autonomo e spingono il corpo in uno stato di lotta o fuga. Se consumato in maniera continuativa, può portare a disfunzioni croniche del sistema nervoso autonomo, che si traducono in una vasta gamma di sintomi psicologici e fisiologici come ipertensione, disturbi d'ansia, batticuore, incapacità di dormire, depressione, mal di testa, emicranie, tachicardia, vescica iperattiva e molto altro.

Tutto questo impatto sui neurotrasmettitori e sul sistema nervoso autonomo ha un impatto negativo sulle ghiandole surrenali perché causano un'eccessiva stimolazione anche a questo organo. Quando le ghiandole surrenali sono sovrastimolate, sono chiamate a rilasciare continuamente cortisolo e altri ormoni dello stress, questo è ciò che provoca sensazioni di vigilanza ed energia quando si consuma cacao crudo. Nel tempo, poiché le ghiandole surrenali sono chiamate continuamente a rilasciare questi ormoni, si esauriscono. Non producono più cortisolo come dovrebbero, il che porta all'affaticamento surrenale e alla fine all'esaurimento. L'affaticamento o l'esaurimento surrenale porta a molte condizioni di salute croniche e sintomi come affaticamento eccessivo, incapacità di gestire lo stress, ansia, depressione e molti altri.

Le persone diventano dipendenti dal cacao crudo o dal cioccolato perché ora i loro neurotrasmettitori e le ghiandole surrenali non funzionano correttamente da soli, ora hanno bisogno del cacao crudo per svolgere i loro compiti. Soffrono di stanchezza, mancanza di concentrazione, depressione, ansia, ecc. quando non viene mangiato, quindi lo mangiano sempre.

Inoltre, ogni volta che viene attivato il sistema di risposta allo stress, come avviene dalla caffeina nel cioccolato, l'adrenalina fa sì che il fegato rilasci lo zucchero che ha immagazzinato nel flusso sanguigno, aumentando così i livelli di zucchero nel sangue, che poi porta a una risposta insulinica e quindi il inevitabile lo stoccaggio di zucchero in eccesso come grasso. Ciò significa che il cioccolato può contribuire all'insulino-resistenza, all'iperinsulinismo, al diabete di tipo 2, all'obesità, alle malattie cardiache, ecc.

Sia le fave di cacao grezze non fermentate che il normale cacao in polvere contengono livelli eccezionalmente elevati di acido fitico, così come il cioccolato lavorato in misura leggermente inferiore. I fitati sono antinutrienti che si legano ai tuoi minerali e li rendono non disponibili per il tuo corpo e diminuiscono l'attività di importanti enzimi digestivi come amilasi, pepsina e tripsina, il che significa che possono contribuire a carenze di minerali, infiammazione intestinale, permeabilità intestinale e disturbi autoimmuni.

Non solo, molte marche di cacao hanno alti livelli di metalli pesanti come cadmio, piombo e rame. Tutto ciò può avere un profondo effetto negativo sulla produzione e sulla funzione dei neurotrasmettitori e quindi sulla salute emotiva. Alti livelli di metalli pesanti sono implicati in numerosi problemi di salute mentale.

Altri sintomi o condizioni che possono svilupparsi dal consumo eccessivo di cacao crudo possono includere crescita anormale delle ghiandole, attacchi di panico, irritabilità, mal di testa, scoppi di rabbia inspiegabile, sbalzi d'umore, funzionamento alterato del colon, anomalie della nascita, reni irritati, tremori, danni al fegato, violenza, paranoia, sindrome premestruale, disturbo ossessivo compulsivo e vertigini.

Potremmo riassumere semplicemente dicendo che il cacao crudo sopra stimola il cuore, la mente, il sistema nervoso e il corpo. La sovrastimolazione non è mai una buona cosa. Porta a burn out, malfunzionamento e degrado. Dire che è un Superfood sano è semplicemente ridicolo.

Se mi hai già fatto visita, allora sai che sono un forte sostenitore della dieta Paleo. Sfortunatamente, molte persone nella comunità primitiva sono anche sotto la falsa credenza che mangiare cioccolato fondente o cacao crudo sia salutare. Troverai il cioccolato fondente negli ingredienti di molte ricette Paleo. Ti esorto a non farti prendere da questa disinformazione. Oltre a tutto ciò di cui abbiamo già discusso, i nostri antenati uomini delle caverne non si concedevano nulla che assomigli al cioccolato. Tieni presente che la maggior parte delle ricette Paleo sono scritte per la popolazione generale, non per le persone con condizioni di salute mentale o fisica croniche. Sì, qualcuno che è generalmente in buona salute può farla franca indulgendo in alcuni comportamenti malsani come mangiare cioccolato senza troppe conseguenze. In questo sito, ci occupiamo di cose come dipendenza, disturbi di salute mentale, problemi gastrointestinali, disturbi autoimmuni, disturbi del sistema endocrino, crescita eccessiva di candida, disturbi del sistema nervoso autonomo e molto altro. Per questo gruppo di persone, non hai lo stesso lusso o libertà per le indulgenze. I Paleo pensano che il cioccolato sia un'indulgenza sensata, ma per molte persone questo non sarebbe sensato.

Se ti concedi, il consumo dovrebbe essere limitato alle occasioni speciali e dovrebbe essere fatto con gli occhi ben aperti e consapevoli dei fatti, non in un velo di illusione e bugie. Non sotto il falso presupposto che stai mangiando qualcosa di sano e non in uno stato di negazione e giustificazione per continuare una dipendenza dannosa. Un pezzo occasionale di cacao o cioccolato biologico senza zucchero non causerà alcun danno a lungo termine nella maggior parte delle persone (a meno che non si stia recuperando dalla dipendenza, nel qual caso può portare a ricadute) tuttavia non dovrebbe far parte della dieta su base regolare.

Nella mia esperienza personale, non importa se si tratta di cioccolato lavorato biologico, cioccolato fondente o cacao crudo, hanno tutti gli stessi effetti negativi. Se ne mangiassi qualcuno mi darebbero mal di testa, attacchi di ansia, iperattività, tremori e nervosismo, battito cardiaco accelerato, irritabilità e starei sveglio tutta la notte. Non solo, la mia dipendenza dal cioccolato torna con tutta la sua forza. Se hai una dipendenza da cioccolato, è proprio come qualsiasi altra dipendenza e tornerà se ti impegni con la sostanza. Sapere quello che so sul cacao crudo e il cioccolato lo rende qualcosa a cui non potrei indulgere con buona coscienza e il prezzo che pagherei per i sintomi è semplicemente troppo alto. Quindi me ne sto alla larga del tutto. Se sono dell'umore giusto per un'esperienza cremoso al cioccolato, mi concederò invece la carruba. La carruba è altrettanto soddisfacente e non ha nessuno degli effetti negativi del cacao crudo o del cioccolato, a parte il fatto che è un legume. Ma un'occasionale indulgenza con un legume non è troppo dannosa.

Alcuni altri fatti molto importanti e piuttosto ripugnanti sul cioccolato di cui vuoi essere a conoscenza ci vengono rivelati in “Veleno con la C maiuscola.” “Ogni volta che mangi una barretta di cioccolato, potrebbe contenere un pelo di roditore e 16 parti di insetti e portano ancora la benedizione della FDA.” E, “Per la polvere di cioccolato o le torte non ci devono essere più di 75 frammenti di insetti in tre cucchiai di polvere.” E, “Quattro percento di cacao i fagioli possono essere infestati da insetti. Gli escrementi animali (come gli escrementi visibili di ratto) non devono superare i 10 milligrammi per libbra

Quindi potrebbe essere qualcosa a cui vuoi pensare ogni volta che hai voglia di una barretta di cioccolato. D'altra parte, sono sicuro che questo sia vero per molti alimenti prodotti in serie come noci, semi e cereali e non ne siamo consapevoli. La lavorazione di massa del cibo renderebbe inevitabile che insetti, roditori e il loro materiale fecale entrino nelle nostre scorte di cibo. Disgustoso a cui pensare, ma probabilmente una realtà.

Ecco alcune altre pagine web che potresti voler visitare per ulteriori informazioni sulla tossicità del cacao crudo:

I fautori del cacao crudo amano lasciarmi commenti e proclamare categoricamente che non hanno problemi a mangiarlo e fornirmi un elenco di “cosiddetti” benefici, ma questo non ha senso. Come abbiamo già discusso in precedenza, dobbiamo esaminare l'intero quadro nutrizionale per determinare se qualcosa è veramente sano. L'esistenza di alcuni benefici in un alimento non prevale sull'esistenza di pericoli evidenti e presenti. Questa pagina non esiste per discutere i benefici, esiste per educare le persone sui rischi e sui pericoli e per convalidare le esperienze di coloro che stanno avendo questi effetti negativi.

Naturalmente, ci saranno alcune persone che non vedono impatti negativi dal consumo di qualsiasi forma di cioccolato. Alcune persone possono fumare sigarette come un treno merci e bere alcolici come un pesce per tutta la vita e nemmeno vedere risultati negativi, ma questo non significa che sia qualcosa che dovremmo fare tutti. Se ti capita di essere benedetto con un magnifico insieme di geni e un sistema nervoso autonomo fatto d'acciaio, allora potresti essere uno dei fortunati, ma non molti di noi lo sono. Apportando semplici modifiche alla nostra dieta, possiamo alterare il modo in cui i nostri geni si esprimeranno e quindi apportare miglioramenti alla nostra salute.

Alcune persone sono più sensibili di altre alle sostanze chimiche presenti nel cioccolato e nel cacao crudo. Sono tipicamente le persone che hanno un sistema nervoso simpatico molto ipersensibile e/o squilibri dei neurotrasmettitori, o problemi nel loro sistema di disintossicazione e queste sono le persone che hanno bisogno di limitare maggiormente il consumo.

Chiunque viva con le sfide di una delle seguenti condizioni dovrebbe limitare severamente il consumo di cioccolato o cacao crudo o evitarli tutti insieme, perché sono alcuni dei più vulnerabili a questi effetti negativi: dipendenza da zucchero o carboidrati, alcolismo, tossicodipendenza dipendenza da caffeina, dipendenza da nicotina, sindrome premestruale, intestino irritabile, intestino permeabile, sensibilità alimentare, crescita eccessiva di Candida, squilibri o carenze di neurotrasmettitori, affaticamento surrenale, affaticamento cronico, fibromialgia, sensibilità chimica, iperattività, deficit di attenzione, diabete, diabete di tipo 2, depressione, mangiatori compulsivi, disturbi d'ansia, sbalzi d'umore, malattie cardiache, ipertensione, insulino-resistenza, emicrania, squilibri ormonali, sindrome di Tourette, autismo, problemi di gestione della rabbia, scoppi di rabbia, violenza o qualsiasi altro problema di salute mentale o sistema nervoso autonomo disturbo.

Tuttavia, a volte può essere necessario un po' di tempo prima che i sintomi si sviluppino. Il corpo umano può subire molti abusi prima che le cose vadano male. Quindi, se ti capita di essere qualcuno che mangia cioccolato senza problemi oggi, non significa che sarà sempre così. Le cose cambiano quando invecchiamo, mentre affrontiamo diversi fattori di stress e ambienti e attraversiamo altri eventi della vita. La maggior parte delle persone farebbe bene a limitare il consumo indipendentemente dal proprio stato di salute, poiché il sistema nervoso autonomo può sensibilizzarsi e i neurotrasmettitori vengono interrotti nel tempo.

Solo perché il cacao crudo o il cioccolato fondente contengono antiossidanti e minerali come il magnesio non significa che dovrebbe essere mangiato. Il sapore estremamente amaro di questa sostanza è il modo in cui la natura ci fornisce un indicatore delle tossine che contiene e dovrebbe fungere da deterrente. Gli antiossidanti e il magnesio si trovano in una varietà di altri alimenti più sani che non contengono le sostanze chimiche pericolose e dannose contenute nel cacao. Possiamo ottenere quei benefici altrove senza i rischi e gli effetti negativi sulla salute.

Se hai bisogno di aiuto per superare la tua dipendenza dal cioccolato o dal cacao crudo, ti consigliamo di dare un'occhiata a questa pagina per un riepilogo dei passaggi necessari.

Riferimenti
Drewnowski, A., Krahn, D. D., Demitrack, M. A., Nairn, K. & Gosnell, B. A. (1995) Il naloxone, un bloccante degli oppiacei, riduce il consumo di cibi dolci ad alto contenuto di grassi nelle donne obese e magre. Sono. J.Clin. nutr. 61:1206-1212.

Drewnowski, A., Krahn, D. D., Demitrack, M. A., Nairn, K. & Gosnell, B. A. (1992) Risposte del gusto e preferenze per cibi dolci ad alto contenuto di grassi: prove del coinvolgimento degli oppioidi. fisiolo. Comportamento 51:371-379.

Bruinsma K, Taren DL. Cioccolato Cibo o Droga? J Am Diet Assoc. 1999 ottobre99(10):1249-56.

Ashley N. Gearhardt, MS, MPhil Sonja Yokum, PhD, et al. Correlati neurali della Psichiatria di Arch Gen delle dipendenze alimentari. 2011Volume 68 No.(8):808-816.

Jennifer A. Nassera, et al. La base neurale dell'alimentazione e della ricompensa: un tributo a Bart Hoebel. Fisiologia e comportamento, volume 104, numero 1, 25 luglio 2011, pagine 117-121.

DiFeliceantonio AG, Mabrouk OS, Kennedy RT, Berridge KC. L'encefalina aumenta nel neostriato dorsale come segnale per mangiare. Biologia attuale. Pubblicato online il 20 settembre 2012

Dr. Nora Volkow, direttrice del NIDA (National Institute on Drug Abuse). Cioccolato, Una Droga Pericolosa.
https://www.youtube.com/watch?v=kfeyFY58Hs0

Barnard, Neal, M.D. Rompere la seduzione del cibo: le ragioni nascoste dietro le voglie di cibo. Il grifone di San Martino (23 settembre 2004)

di Tomaso E, Beltramo M, Piomelli D. Cannabinoidi cerebrali nel cioccolato. Natura. 1996 agosto 22382(6593):677-8.


La FDA consente muffe, insetti, peli di roditori, ammoniaca, arsenico e vermi negli alimenti "ricondizionati"


Al fine di risparmiare denaro e rendere più facile per le aziende conformarsi alle normative alimentari, la FDA consente muffe, vermi, peli di roditori, arsenico, ammoniaca e salmonella negli alimenti ricondizionati.

Susanne Posel, Collaboratrice

Per risparmiare denaro, alcune aziende riconfezionano il cibo vecchio in una nuova confezione e lo rivende. Un fornitore del pranzo della scuola pubblica ha provato questo con salsa di mele ammuffita riconfezionata ed è stato rimproverato di non provare mai più quella "acrobazia".

La FDA è stata contattata da Snokist Growers di Yakima, Washington. Questo è solo un gruppo che cerca di garantire che la "rielaborazione" del cibo non sia una pratica normale.

"Sono rimasto sbalordito dal fatto che in realtà ci fossero esseri umani che erano d'accordo con questo", ha detto Kantha Shelke, scienziata alimentare e portavoce dell'Institute of Food Technologists. “Questo è un caso di cibo non sicuro. Stanno cercando di recuperarlo per fare soldi".

Sorprendentemente, Jay Cole, ex ispettore federale che lavora con il gruppo FDA, afferma: "Qualsiasi cibo può essere ricondizionato".

Forse i pezzi di pasta verranno rimacinati in semola.

Gelato ai mirtilli etichettato erroneamente mescolato al cioccolato per evitare sprechi.

Parti di insetti scoperte nelle fave di cacao.

Insetti vivi "lasciati indietro" in confezioni di frutta secca.

O i batteri della salmonella che si trovano nelle proteine ​​vegetali idrolizzate (HVP) che sono un esaltatore di sapidità utilizzato in miscele di sughi, snack, latticini, spezie e zuppe (solo per citarne alcuni).

"Questo è il modo in cui le persone fanno i loro affari", afferma Shelke.

La FDA ha permesso ai produttori di alimenti come Basic Food Flavors, Inc (BFF) di ricondizionare i loro articoli richiamati nel 2010 trattando termicamente i loro prodotti per rimuovere la salmonella. BFF ha quindi rielaborato il cibo e li ha distribuiti per la vendita al pubblico.

La FDA giustifica questa pratica non sicura affermando che riduce l'acqua e fa risparmiare denaro. Eppure ciò avviene a scapito della sicurezza e della salute pubblica.

Se i processi approvati dalla FDA rendessero il cibo sicuro per il consumo, il problema sarebbe minore.

I funzionari di Snokist hanno scoperto che il processo autorizzato dalla FDA come sicuro per il ricondizionamento della salsa di mele ha reso il cibo sterile ed effettivamente privo di valore come sostanza nutritiva da una comune tossina prodotta dalla muffa nella salsa di mele.

La FDA sostiene il suo processo termico anche se non protegge dalle micotossine negli alimenti.

"La muffa non è un prodotto facilmente ricondizionabile", afferma William Correll, direttore ad interim della conformità della FDA.

La FDA ammette di aspettarsi che un certo livello di contaminanti e tossine entrino negli alimenti durante il processo di lavorazione perché sostengono che una politica di tolleranza zero sarebbe troppo difficile da raggiungere.

La FDA si basa sui livelli di azione dei difetti per definire quanto sia pericoloso un contaminante nel cibo e in che misura l'applicazione delle loro politiche dovrebbe coinvolgere il produttore.

Fondamentalmente, se rendere il cibo sicuro è troppo difficile, la FDA non si preoccupa di far rispettare le proprie politiche di sicurezza.

Ecco alcuni esempi di contaminanti consentiti:

• In 8 once di maccheroni potrebbero esserci 225 frammenti di insetti o 4,5 peli di roditore
• In 3,5 once di funghi in scatola 20 o più vermi va bene
• Nella salsa di mirtilli rossi in scatola potrebbe esserci una media del 15% di muffa

La FDA trova questi livelli accettabili perché ci sarebbe troppo stress sui produttori di alimenti per aderire a una politica più rigorosa per la sicurezza alimentare.

Correll dice chiaramente: "Non puoi cucinare la cacca fuori [cibo]".

La FDA ha avviato il Reportable Food Registry nel 2009 per gestire le schiaccianti notifiche sui rischi per la salute umana prodotte dalle loro politiche rilassate.

I problemi erano difficili da decifrare con le società di trasformazione alimentare nazionali, ma le società alimentari di importazione straniere hanno aggiunto un ingranaggio alla ruota. Queste aziende generalmente fanno di tutto per preservare la sicurezza del loro cibo più della FDA.

Così com'è, la FDA ricondiziona il cibo che acquistiamo nei negozi di alimentari.

Non c'è modo di sapere quali cibi sono genuini e quali sono stati ricondizionati.

In cima alla già scioccante lista possiamo aggiungere la melma rosa ammoniacale nel manzo:

Lavoro nell'industria della carne bovina ad alta paga per il funzionario che ha approvato la "melma rosa" trattata con ammoniaca

Il funzionario che ha approvato l'uso di un fango trattato con ammoniaca, che si trova nel 70% della carne macinata dei supermercati e in 7 milioni di libbre di carne bovina destinata alle mense scolastiche, ha continuato a svolgere un lavoro ben pagato nell'industria.

Un rapporto di ABC News rivela che il sottosegretario all'agricoltura, Joann Smith, che ha approvato l'uso di fanghi trattati con ammoniaca nei prodotti di carne macinata come sostituto per contrastare i costi alle stelle della carne bovina, in seguito ha ricevuto un lavoro ben pagato nell'industria della carne bovina.

Per aggiungere al danno la beffa, gli ultimi rapporti rivelano anche che oltre 7 milioni di libbre di fanghi sono diretti alle mense scolastiche a livello nazionale a seguito della sospensione volontaria del prodotto da parte di molte aziende a livello nazionale.

Leggi il resto...

E arsenico nel mangime per polli:

La FDA ammette finalmente che la carne di pollo contiene arsenico cancerogeno
Il nuovo McArsenic di pollo a 6 pezzi — Con arsenico approvato dalla FDA nel tuo pollo

Negli ultimi 60 anni la FDA ha fatto la stupida affermando di non essersi resa conto che l'arsenico aggiunto deliberatamente al mangime per polli rappresentava una minaccia per la vita umana, sostenendo invece di credere che l'arsenico nel mangime venga escreto dal pollo prima di essere consumato dagli esseri umani. Il mangime per polli in questione viene ritirato volontariamente dagli scaffali degli Stati Uniti da Pfizer, uno dei produttori del mangime, dopo che la ricerca ha dimostrato che una forma pericolosa di arsenico rimane all'interno del pollo e rappresenta effettivamente una minaccia per la vita umana.
L'arsenico in questione viene effettivamente somministrato ai polli sulla base delle affermazioni che fornisce benefici come la promozione della crescita che aiuta a massimizzare i profitti delle società che vendono il pollo ai consumatori.
Ma anche se Pfizer ritira volontariamente il proprio prodotto dagli scaffali, la FDA continua la sua campagna di smentita. In effetti, la FDA ha smesso di vietare il prodotto o addirittura di attuare qualsiasi tipo di regolamento per interrompere la vendita futura o l'uso del prodotto o di prodotti simili.
Ironia della sorte, Pfizer, afferma che dovranno contattare le autorità di regolamentazione di altre nazioni per decidere se vi è un rischio per la salute degli esseri umani in quei paesi prima di decidere se ritirare il prodotto dagli scaffali in quelle nazioni.

Dopo anni passati a nascondere il problema sotto il tappeto e sperando che nessuno se ne accorgesse, la FDA ha finalmente ammesso che la carne di pollo venduta negli Stati Uniti contiene arsenico, una sostanza chimica tossica cancerogena che è fatale in dosi elevate. Ma la vera storia è da dove viene questo arsenico: viene aggiunto apposta al mangime per polli!

Ancora peggio, la FDA afferma che la propria ricerca mostra che l'arsenico aggiunto al mangime per polli finisce nella carne di pollo dove viene consumato dagli esseri umani. Quindi, negli ultimi sessant'anni, i consumatori americani che mangiano pollo convenzionale hanno ingerito arsenico, una nota sostanza chimica cancerogena. (http://www.phillyburbs.com/news/loc…)

Fino a questo nuovo studio, sia l'industria del pollame che la FDA hanno negato che l'arsenico somministrato ai polli finisse nella loro carne. La favola delle scuse con cui siamo stati nutriti per sessant'anni è che "l'arsenico viene escreto nelle feci di pollo". Non ci sono basi scientifiche per fare una simile affermazione... è proprio quello che l'industria del pollame voleva che tutti credessero.

Ma ora l'evidenza è così innegabile che il produttore del mangime per polli noto come Roxarsone ha deciso di ritirare il prodotto dagli scaffali (http://www.grist.org/food-safety/20…). E come si chiama questo produttore che ha messo arsenico nel mangime per polli per tutti questi anni? Pfizer, ovviamente, la stessa azienda che produce vaccini contenenti adiuvanti chimici che vengono iniettati nei bambini.

Tecnicamente, la società che produce il mangime per polli Roxarsone è una sussidiaria di Pfizer, chiamata Alpharma LLC. Anche se Alpharma ora ha accettato di ritirare questa sostanza chimica tossica per mangimi dagli scaffali negli Stati Uniti, afferma che non la rimuoverà necessariamente dai prodotti per mangimi in altri paesi a meno che non sia costretta dalle autorità di regolamentazione a farlo. Come riportato da AP:

"Scott Brown della divisione di ricerca e sviluppo per la medicina veterinaria di Pfizer Animal Health ha affermato che la società vende l'ingrediente anche in circa una dozzina di altri paesi. Ha detto che Pfizer sta contattando le autorità di regolamentazione in quei paesi e deciderà se venderlo su base individuale". (http://www.usatoday.com/money/indus…)
Arsenico? Mangia di più!

Ma anche se il suo prodotto contenente arsenico viene ritirato dagli scaffali, la FDA continua la sua campagna di negazione, sostenendo che l'arsenico nei polli è a un livello così basso che è ancora sicuro da mangiare. Questo è anche se la FDA afferma che l'arsenico è cancerogeno, il che significa che aumenta il rischio di cancro.

Il National Chicken Council è d'accordo con la FDA. In una dichiarazione rilasciata in risposta alla notizia che Roxarsone sarebbe stato ritirato dagli scaffali dei negozi di mangimi, si affermava: "Il pollo è sicuro da mangiare" anche ammettendo che l'arsenico è stato utilizzato in molti allevamenti coltivati ​​e venduti come carne di pollo negli Stati Uniti.

La cosa sorprendente di tutto questo è che la FDA dice ai consumatori che è sicuro mangiare arsenico cancerogeno ma è pericoloso bere succo di sambuco! La FDA ha recentemente condotto un raid armato in un produttore di succo di sambuco, accusandolo del "reato" di vendere "droghe non approvate". (http://www.naturalnews.com/032631_e…) Quali sarebbero questi farmaci? Il succo di sambuco, spiega la FDA. Vedi, il succo di sambuco diventa magicamente una "droga" se dici alle persone come può aiutare a sostenere una buona salute.

La FDA ha anche perseguito dozzine di altre società per la vendita di prodotti naturali a base di erbe o prodotti nutrizionali che migliorano e supportano la salute. Inoltre, sta conducendo una guerra al latte crudo che, a suo dire, è pericoloso. Quindi ora in America abbiamo un'agenzia di regolamentazione di alimenti e farmaci che dice che va bene mangiare arsenico, ma è pericoloso bere succo di sambuco o latte crudo.

Mangia più veleno, in altre parole, ma non consumare cibi curativi. Questa è la FDA, che uccide gli americani un pasto alla volta proteggendo i profitti delle stesse aziende che ci stanno avvelenando con i loro ingredienti mortali.

Oh, a proposito, ecco un altro dolce piccolo fatto inquietante che probabilmente non sapevi sugli hamburger e sul manzo convenzionale: la lettiera di pollo contenente arsenico viene somministrata alle mucche nelle operazioni di produzione di carne bovina. Quindi l'arsenico che viene espulso dai polli viene consumato e concentrato nei tessuti delle mucche, che viene poi macinato in hamburger per essere consumato dalle masse ignare che non sanno nemmeno che stanno mangiando merda di pollo di seconda mano. (http://www.naturalnews.com/027414_c…)

L'arsenico nel mangime per polli può comportare rischi per la salute dell'uomo

[…]

Roxarsone, l'additivo a base di arsenico più comune utilizzato nei mangimi per polli, viene utilizzato per promuovere la crescita, uccidere i parassiti e migliorare la pigmentazione della carne di pollo. Nella sua forma originale, il roxarsone è relativamente benigno. Ma in determinate condizioni anaerobiche, nei polli vivi e nei terreni agricoli, il composto viene convertito in forme più tossiche di arsenico inorganico. L'arsenico è stato collegato al cancro alla vescica, ai polmoni, alla pelle, ai reni e al colon, mentre esposizioni di basso livello possono portare a paralisi parziale e diabete, osserva l'articolo.

L'uso del roxarsone è diventato un argomento di crescente controversia. Secondo l'articolo, un numero crescente di fornitori di alimenti ha smesso di utilizzare il composto, incluso il più grande produttore di pollame della nazione, Tyson Foods. Tuttavia, circa il 70% dei 9 miliardi di polli da carne prodotti ogni anno negli Stati Uniti viene nutrito con una dieta contenente roxarsone, sottolinea l'articolo.

A complicare la questione è il fatto che nessuno conosce l'esatta quantità di arsenico presente nella carne di pollo o ingerita dai consumatori che mangiano frequentemente pollo. "Né la Food and Drug Administration né il Dipartimento dell'Agricoltura hanno effettivamente misurato il livello di arsenico nella carne di pollame che la maggior parte delle persone consuma", secondo l'articolo.

Il National Chicken Council, un'associazione di categoria che rappresenta l'industria del pollo statunitense, afferma che "non c'è motivo di credere che ci siano rischi per la salute umana" associati all'uso del roxarsone.

[…]

Leggi il resto...

WTF? Il National Chicken Council, che rappresenta l'industria dei pulcini, copre deliberatamente il fatto che l'arsenico nel nostro cibo è pericoloso per la salute. nauseante. Confidiamo quotidianamente in queste persone per garantire che il cibo che mangiamo e diamo ai nostri figli sia sicuro. Ovviamente i nostri politici e burocrati sono stati pagati per tacere e nel frattempo siamo stati tutti ripetutamente dosati di arsenico negli ultimi 60 anni. Poi medici e scienziati si girano e dicono di non avere idea del perché una vasta gamma di malattie cerebrali e mentali come l'Alzheimer e l'autismo sia diventata così diffusa.


Un link ti ha indirizzato a questa recensione. La sua posizione in questa pagina potrebbe cambiare la prossima volta che visiti.

Per ulteriori informazioni sulle recensioni su ConsumerAffairs.com, visita le nostre FAQ.

Mangiavo regolarmente Rice Krispies quando crescevo, quindi ho deciso di provarli di nuovo di recente. Sembrano più o meno uguali ma ci sono grani duri come la roccia di . che mi si attacca ai denti ora e ha uno scricchiolio udibile ben oltre le pubblicità originali che rivendicano la fama di "Snap, Crackle, Pop". Ora è "ahi, WTF, chiama il dentista!" Cosa hai fatto ai miei cereali preferiti.

Stavo mangiando una ciotola di Mini Wheat quando mi è sembrato che qualcosa mi graffiasse il palato - stupidamente ho continuato a masticare pensando che forse fosse solo un angolo acuto del cereale e ho ingoiato. Ho preso un altro boccone -ghiottone per punizione- e ho sentito un punto davvero dolorante sul mio palato molle. Ho buttato via il resto della ciotola e mi sono infilato un dito in bocca ed è uscito con il sangue. Sono andato allo specchio e ho controllato la mia bocca e ho trovato quello che equivaleva a una vescica di sangue lunga circa 2 1/2" e larga circa 1/2". Ci è voluta circa una settimana perché la mia bocca guarisse e per tutto il tempo ero preoccupata per quello che avevo ingerito E cosa avrebbe potuto fare durante il viaggio. Per fortuna - niente finora.

Grazie, ti sei iscritto con successo alla nostra newsletter! Divertiti a leggere i nostri suggerimenti e consigli.

Mia figlia ha aperto un nuovo sacchetto di muesli al miele Special K e dentro c'era un'ape morta. Lo versò ed era pronto da mangiare, finché non si accorse dell'insetto morto. L'ho pescato dal suo yogurt con un cucchiaio e ho mandato loro delle foto. Hanno offerto due coupon per nuovi articoli.

Ho comprato una scatola di mini grani glassati questa settimana a Costco. Aprì la borsa e ne prese una manciata come spuntino. Travolgente sapore e odore di ammoniaca. Erano anni che non compravo questo marchio e non lo ricomprerò.

Ho acquistato una scatola grande da Costco. Ha un sapore terribile. Non riesco a metterci il dito sopra, è come un incrocio tra sporco, fertilizzante e pesticidi. Adoro Raisin Bran, ma questa scatola è così scoraggiante che non credo che la mangerò mai più.

Caro Kellogg's, mi hai deluso per la prima volta, anche se mi aspetto, non certo l'ultima. Un accanito fan della tua linea di cereali, mi ha scaldato il cuore nel vedere il tuo modello di mini grani glassati in stock presso il mio negozio di alimentari locale. Ciò che ha veramente attirato la mia attenzione sul pezzo è stata l'impressionante affermazione che dopo aver consumato solo una ciotola, sarei stato "buono fino a pranzo".

Come farebbe qualsiasi persona sana di mente, ho rapidamente acquistato l'intera scatola, sperando di migliorare l'efficienza del mio repertorio vario, ma ovviamente privo di cereali. Ho riposto con fervore la scatola nella mia credenza dei cereali, immaginando felicemente la gioia che questa scoperta avrebbe portato negli anni a venire. Quella mattina dopo, presi una ciotola di dimensioni moderate e la riempii fino all'orlo di mini grani e latte intero, in modo da garantire il più consistente beneficio calorico. Ho programmato perfettamente questo pasto per essere esattamente 3,5 ore prima del mio pranzo, l'intervallo di tempo consigliato tra i due pasti. Con mio grande sgomento, mi sono ritrovato ad affrontare un opprimente senso di fame solo alle 10:30 che poteva essere integrato solo da due ulteriori ciotole ugualmente piene. Alla fine, ho scoperto che una borsa piena era l'unica quantità che poteva sostenermi fino all'ora di pranzo.

Come puoi immaginare, ho provato un senso unico di alienazione, uno che arriva solo quando sembra che tu abbia deviato dalla norma. Sì, mi sentivo insoddisfatto, ma soprattutto mi sentivo invisibile. Mi ha fatto male soprattutto venire da un marchio così stimato, che ha lasciato un forte segno emotivo nella mia vita, avendo prodotto i classici della mia giovinezza come Frosted Flakes e Raisin Bran.

Certo, si potrebbe chiedere che forse sono solo i miei tratti metabolici a causare questo disastro, tuttavia, l'ho testato su diversi individui di diverse prospettive metaboliche, ed è diventato chiaro che non è un difetto innato del mio essere, ma piuttosto, una colpa di Kellogg's, per aver creato un prodotto estremamente inefficace.

Mi sento incredibilmente travisato attraverso questo prodotto e, come fan di Kellogg, devo ammettere che mi sento piuttosto ferito e tradito. Mi aspettavo che Kellogg's fosse un marchio di grande consapevolezza, uno che non avrebbe rilasciato consapevolmente un cereale che fissa standard metabolici così irrealistici, per incoraggiare in modo così comodo e aggressivo un cereale che coltiva una mentalità tossica e respinge le identità metaboliche di così tante persone.

Ovviamente, porterò la mia attività altrove. Come posso fidarmi di un marchio che si basa su tali bugie e corruzione? Aspettatevi che taglierò i legami con l'intera società e formazione di Kellogg, poiché non prenderò parte a un regime così osceno. Certo, voglio indietro i miei soldi, mi sento decisamente derubato monetariamente. Tuttavia, sento ancora più fortemente di essere stato derubato del mio tempo e, in definitiva, del mio spirito.


30 fatti sul cibo Le persone si pentono di aver imparato

Jonas Grinevičius e
Denis Tymulis

&ldquoNon vuoi sapere come si fa la salsiccia.&rdquo Il vecchio adagio è vero. Fidati di noi. Alcuni fatti sul cibo è meglio lasciarli ammuffire nell'angolo buio e umido dietro l'armadio della cucina. Quindi non continuate a leggere, cari Panda. Don's-- vabbè. Sembra che non saremo in grado di impedire a voi panda curiosi di dare un'occhiata ai veri ma disgustosi fatti alimentari che il Panda annoiato squadra ha raccolto. Sono perfetti per lo spookfest che è ottobre, ma non sono fantastici per il tuo stomaco.

Vai avanti, quindi, scorri verso il basso. Ricorda solo di votare i tuoi fatti schifosi e icky preferiti e di condividere tutti gli altri che conosci nella sezione commenti qui sotto. Ma per favore, promettici una cosa e assicurati di non fare spuntini mentre stai leggendo questo post!

Quanti insetti possono essere legalmente presenti nel tuo cibo? Qual è il nome del formaggio da cui dovresti stare alla larga se non sei un fan di masticare insetti vivi? Perché il mio appetito è improvvisamente sparito? Le risposte a queste e ad altre domande sono riportate di seguito.

Ha lavorato presso Subway 2010-12. L'unica cosa che devo dire è che il tonno e i frutti di mare confezionati avevano un'etichetta che diceva che non conteneva delfini o tartarughe nella carne, poi quell'etichetta è scomparsa improvvisamente nel 2012.

Lavoravo in uno stand di concessione di un parco di baseball. La risposta breve è non ordinare nulla, ma se devi assolutamente comprare qualcosa, non comprare gli hot dog.

Sono usciti dalla confezione a posto, e potrebbero anche essere stati commestibili dopo che abbiamo finito di grigliarli - e poi sono andati in acqua. Tenevamo tre pentole d'acqua sul retro della griglia, che contenevano gli hot dog. Gli hot dog rimasti alla fine della giornata sono tornati in frigo e sono usciti di nuovo il giorno successivo. Io e l'altro cuoco ci siamo sforzati di buttare via l'acqua e i vecchi hot dog dopo due giorni interi, ma la direzione non ce lo ha voluto permettere.

Oh, e il nostro congelatore si è rotto, quindi tutta la carne è stata conservata nel contenitore del ghiaccio. E la nostra direzione ci diceva sempre quando sarebbero arrivate le ispezioni sanitarie a sorpresa, di solito una settimana circa in anticipo.


Il castello bianco Krave

Caratteristiche - Storia di copertina

La duplicazione del processo del ristorante rende Sliders il panino n. 1 negli Stati Uniti

In che modo una catena di hamburger di fast food regionale nota per i suoi bevitori a tarda notte diventa una sensazione di vendita al dettaglio nazionale, il "Burger più influente di tutti i tempi" della rivista Time e il venditore numero uno di prodotti surgelati nel suo genere?

Conoscendo il suo cliente e concentrandosi su una qualità costante per quasi 100 anni, ha creato il suo impianto di produzione per duplicare il processo di cottura del ristorante e produrre hamburger al dettaglio surgelati che sono repliche quasi esatte della tariffa del ristorante. senza sottaceti. (Continua a leggere per scoprire la storia del sottaceto.)

I ristoranti di White Castle si trovano in soli 12 stati nel Midwest e negli Stati Uniti orientali, ma i suoi cursori al dettaglio congelati vendono altrettanto bene negli stati occidentali. Devi dare parte del merito a Harold e Kumar, ma sulla base delle oltre 9.000 domande di adesione alla "Cravers Hall of Fame", quegli iconici slider meritano molto del credito da soli.

White Castle è stata fondata nel 1921 a Wichita, Kan., ed è considerata la prima catena di hamburger negli Stati Uniti Nel 1950, alcuni dei suoi ristoranti hanno iniziato a vendere hamburger congelati, quindi i prodotti congelati sono stati venduti al dettaglio nel 1986, prodotti a Louisville, Ky Oggi, l'azienda ha tre stabilimenti di produzione di cursori, tra cui Covington, Ky., e il suo nuovo stabilimento a Vandalia, Ohio, che ha iniziato la produzione nel 2014. È stato lo stabilimento certificato LEED Gold di Vandalia che QA ha visitato per scoprire il segreto dietro il desiderio nazionale per i cursori White Castle.

Est a Ovest.

Lo stabilimento di Vandalia produce un unico prodotto, lo slider White Castle, anche se in tre versioni: bianco, formaggio e formaggio jalapeno, utilizzando un totale di cinque ingredienti. Nonostante questa apparente semplicità, la sicurezza alimentare e i controlli di qualità dell'azienda rivaleggiano con quelli di qualsiasi impianto di produzione multi-ingrediente e multiprodotto.

Gli aspetti più critici della sicurezza sono il mantenimento della temperatura e la separazione del prodotto crudo da quello cotto, essendo la qualità gli ingredienti e la consistenza del prodotto. La stessa carne di manzo viene utilizzata per i ristoranti e gli impianti di produzione di vetrini congelati e, ha affermato Whitney Baker, responsabile dell'assicurazione qualità, "Misuriamo le cipolle e il condimento allo stesso modo del ristorante, quindi ogni hamburger ha lo stesso sapore di quello di qualsiasi altro impianto . e duplichiamo il processo di cottura del Castello.”

L'impianto Vandalia è stato progettato per il flusso unidirezionale del prodotto e la separazione delle funzioni. Ciascuno dei cinque ingredienti del dispositivo di scorrimento congelato - panino, manzo, cipolle, formaggio e condimento - entra nello stabilimento da est nel proprio magazzino dedicato, si sposta dalle aree separate di crudo a quello cotto, quindi lascia lo stabilimento come prodotto finito a ovest, con il prodotto e/o l'imballaggio ispezionati in ogni fase del processo.

Produrre il cursore.

Come ogni “Craver” vi dirà, la permeazione delle cipolle in tutto il prodotto è una caratteristica essenziale e differenziante dello slider White Castle. Come tale, Baker ha detto: "Tutto inizia con le cipolle.".

1. Le cipolle.
Le cipolle affettate e tagliate a dadini arrivano alla pianta in una forma disidratata, quindi trascorrono i primi 20-30 minuti dalla conservazione in un idrante rotante. L'idratante si trova in una stanza separata progettata per resistere all'acidità delle cipolle e impedire all'odore di permeare l'intera pianta. Le cipolle reidratate vengono poste in una tramoggia e trasferite alla linea di produzione. Qui, contrariamente alla preparazione standard del panino che inizia con il pane, il segreto del sapore unico del cursore è la cottura a vapore delle cipolle come base del panino. Le cipolle vengono distribuite in linee coerenti sulla superficie della griglia in modo che ogni cursore abbia da 4,0 a 5,0 grammi di cipolla, proprio come quelli del ristorante.

2. L'hamburger.
Successivamente, le polpette di manzo quadrate a cinque fori, ispezionate dall'USDA, al 100%, senza additivi o riempitivi, vengono posizionate direttamente sopra le cipolle fumanti. "Siamo uno dei pochi che utilizzano il 100% di carne bovina, ecco perché abbiamo iniziato a chiamarlo sulla confezione", ha detto Baker. L'hamburger arriva nello stabilimento in tronchi quadrati di circa cinque libbre e 2,5 pollici dagli stabilimenti di carne di White Castle in cui i ritagli vengono macinati ed estrusi negli iconici hamburger a cinque fori di White Castle. Questo attributo è stato sviluppato per il ristorante nel 1949, consentendo agli hamburger di cuocere senza essere capovolti, il vapore delle cipolle sale attraverso le polpette di carne, cuocendole a una temperatura sicura, infondendo al tempo stesso l'aroma.

Lo stesso processo viene utilizzato nella produzione di slider surgelati: i tronchi di hamburger, che vengono prima scongelati in un'area di stoccaggio di 27-28 °C per 24 ore, vengono caricati in un'affettatrice. Ogni ceppo viene tagliato in polpette quadrate spesse ¼ di pollice, che vengono fatte cadere sulle cipolle per cuocere a vapore durante il processo di cottura.

3. Il condimento.
Aggiungendo al sapore del cursore, un mix di sale, pepe e altri condimenti viene leggermente spruzzato sopra gli hamburger mentre viaggiano lungo la linea della griglia a 215°F.

Invece di controllare la temperatura ambiente della stanza, l'impianto di produzione controlla la temperatura degli ingredienti, con le temperature della carne e del panino che sono CCP. Ciò garantisce la sicurezza alimentare, concentrandosi anche sul comfort e il benessere dei dipendenti nello stabilimento.

4. Il panino.
White Castle ha le sue panetterie in cui cuoce i suoi panini scorrevoli, i panini entrano nella pianta intera. In un'area separata dalla produzione da una tenda di plastica trasparente, i panini vengono affettati e la metà inferiore e superiore subiscono viaggi separati, con la metà inferiore che scorre attraverso un'apertura nella tenda per incontrarsi con gli hamburger e la metà superiore che scorre verso il basso fino alla fine della linea. Pur mantenendo i panini separati dagli ingredienti grezzi, la tenda trasparente consente anche ai lavoratori di vedere attraverso le aree di produzione per garantire che i panini e gli hamburger si incontrino correttamente. (Vedi tenda nella foto 6. Completamento, sotto.)

Prima che gli hamburger siano cotti, i fondi del panino vengono posizionati sopra gli hamburger, ancora una volta guadagnando sapore dalle cipolle fumanti e dalle polpette di hamburger. Mentre scorrono lungo la linea, i membri del team ispezionano il prodotto mentre raddrizzano eventuali panini disallineati. È solo a questo punto che le righe dello slider semicompilato vengono capovolte dalla macchina, consentendo il completamento del resto del processo.

5. Il formaggio.
Se gli hamburger devono rimanere semplici, la macchina per il formaggio non viene abilitata e gli hamburger continuano a essere conditi. Se la corsa della giornata è quella dei cheeseburger o dei jalapeno cheeseburger, un ceppo di formaggio, simile a quello del manzo, viene caricato in un'affettatrice e su ogni tortino vengono fatte cadere fette di formaggio quadrate. A questo punto l'hamburger è completamente cotto il formaggio viene posto dopo la cottura.

Come per le cipolle, gli hamburger e il condimento, i ceppi e le fette di formaggio vengono misurati secondo specifiche esatte per garantire che siano tutti uguali in tutte le strutture. (Mentre il manzo e il formaggio entrano negli impianti di produzione in tronchi, i ristoranti ricevono invece il prodotto pre-affettato.)

6. Completamente fuori.
Con il cursore completamente cotto, tutto ciò che serve per finirlo è il panino superiore. Esso e il formaggio sono le uniche parti del cursore che non vengono cotte a vapore. Una volta ricoperti, i cursori completati vengono fatti scorrere lungo un trasportatore a temperatura ambiente, consentendo loro di raffreddarsi leggermente per il confezionamento.

7. L'imballaggio.
Indipendentemente dal fatto che i cursori debbano essere venduti come confezione da club o confezione al dettaglio, indipendentemente dal fatto che contengano o meno formaggio, ogni cursore viene prima confezionato come una confezione da due pezzi avvolta in plastica e adatta al microonde.

Una volta confezionati, i due pacchi vengono ispezionati, quindi passano attraverso un congelatore a spirale che raffredda gli hamburger da 30 ° F fino a 0 ° F.

Dopodiché, fanno un viaggio lungo lo scivolo a spirale (vedi foto a pagina 20) e attraverso un metal detector (un altro CCP) per essere confezionati nella loro scatola di cartone blu per hamburger o cheeseburger arancione e posti in un congelatore a -10°F .

Dall'avvio alla parete del congelatore, il processo richiede 18 minuti. Con una tolleranza massima di 30 minuti, il tempo extra consente il riconfezionamento di eventuali cursori che non soddisfano i criteri di ispezione, con una documentazione accurata di ogni vassoio di hamburger per garantire che nessuno superi il tempo massimo.

Se acquisti un cursore in un ristorante White Castle, includerà una fetta di sottaceto. In linea con l'obiettivo dell'azienda di imitare esattamente la qualità del ristorante nel suo prodotto congelato, i cursori congelati originali includevano il sottaceto. Ma presto si scoprì che i sottaceti non si congelano bene, perché l'acqua evapora, quindi, quando l'hamburger viene scaldato al microonde, il sottaceto diventa duro e praticamente immangiabile. Quindi, White Castle ha condotto uno studio sui sottaceti. Non trovando una soluzione per mantenere la qualità di un sottaceto congelato, è stato congelato e una nota inclusa sull'etichetta per consentire ai consumatori di aggiungere un sottaceto, se lo si desidera.

Costruito per la sicurezza e la difesa alimentare.

Accanto all'area di produzione est-ovest dello stabilimento di Vandalia c'è un corridoio che attraversa la lunghezza dell'edificio e funge da divisorio tra i reparti produttivi e ausiliari, incluso l'ufficio dell'ispettore USDA, al cui controllo White Castle è sottoposto volontariamente. (Tutta la sua carne è ispezionata dall'USDA presso lo stabilimento di carne, ma la presenza dell'USDA non è richiesta presso l'impianto di produzione dei cursori.) Lungo le pareti su ciascun lato del corridoio ci sono finestre (inclusa quella dell'ufficio USDA), che consentono la visualizzazione della produzione da al di fuori delle aree riservate.

Per la difesa del cibo, la struttura dispone di un'area completamente separata e chiusa per le consegne, che consente agli autisti di effettuare il check-in senza entrare nell'impianto.

Attualmente i 102 membri del team dello stabilimento di Vandalia producono 65 milioni di cursori all'anno sulla sua singola linea. Con i suoi piani di espansione del 2016 per aggiungere una seconda linea, lo stabilimento prevede di raddoppiare anche la sua produzione.

Continuando a concentrarsi sulla sincronizzazione del ristorante e dei cursori congelati, White Castle utilizza gli stessi fornitori per i suoi ristoranti, panetterie, macina carne e impianti di produzione. Con tutta la sua carne e la maggior parte dei suoi panini provenienti dalle strutture di White Castle, l'azienda ha sviluppato un programma di tracciabilità metodico grazie al quale può risalire all'origine di qualsiasi ingrediente entro cinque minuti.

Inoltre, tutti i membri del team QA di Vandalia, così come il responsabile dell'impianto, sono certificati HACCP e l'impianto ha una formazione regolare sulla sicurezza alimentare per tutti i dipendenti, che si svolge almeno una volta al mese. Un programma così completo è particolarmente critico perché i membri del team sono addestrati in modo incrociato in diverse aree di produzione e ruotano le stazioni ogni 20 minuti.

I colori della sicurezza alimentare.

I colori sono fondamentali per il programma di sicurezza alimentare di White Castle, con ogni colore che ha un significato e una designazione molto specifici:

  • Verde: il colore della plastica in cui sono avvolti i ceppi di manzo.
  • Giallo: il colore della plastica in cui sono avvolti i panini.
  • Bianca: il colore delle retine per capelli e dei camici indossati sul lato grezzo.
  • Blu: il colore delle retine per capelli e dei camici sul lato cotto.

Harold e Kumar.

Con tutto questo, che merito resta ad Harold e Kumar (e, per chi non lo sapesse. Chi diamine sono?). Nel 2004, il film Harold e Kumar vanno al castello bianco è stato rilasciato. La sua trama, come descritto da IMDB: "Un impiegato asiatico-americano e il suo amico indiano fumatore si imbarcano in una ricerca per soddisfare il loro desiderio di hamburger White Castle".

Quando i produttori del film si sono rivolti a White Castle per l'approvazione per utilizzare il suo nome e il ristorante, il CEO di White Castle Bill Ingram ha chiesto: "Si prende in giro i membri del nostro team?" Gli è stato detto di no, ma che il film include sesso, droga e rock 'n roll. La sua risposta: "Va bene, purché non prenda in giro i membri del nostro team". E l'approvazione è stata data per le riprese.

Il film è stato accolto positivamente dalla critica, ha incassato $ 5,5 milioni nella settimana di apertura con un totale mondiale di $ 24 milioni ed è diventato un classico di culto, aggiungendosi a "Crave Nation" di White Castle in un modo che il marketing a pagamento difficilmente sarebbe mai in grado di fare.

In effetti, quando un ristorante White Castle ha aperto sulla Strip di Las Vegas a gennaio, non c'era solo un'attesa di quattro ore per entrare, ma il ristorante ha dovuto chiudere temporaneamente dopo 24 ore perché la domanda ha superato la capacità e l'offerta.

C'è da meravigliarsi se Nielsen ha citato il cheeseburger White Castle come il n. 1 nella vendita di sandwich surgelati nella vendita al dettaglio e nei distributori automatici negli Stati Uniti?

Per Mangiar Buono.

. Una volta che hai portato a casa i cursori congelati, riponili in frigorifero (per un massimo di 10 giorni) anziché nel congelatore. I cursori si scongelano più lentamente consentendo loro di "rilassarsi". Quindi microonde gli hamburger per soli 30 secondi invece di 60.

. Nel corso degli anni, gli hamburger White Castle sono stati utilizzati in numerose ricette di consumo, la più comune delle quali è il ripieno di pollame. (Assicurati di usare gli hamburger, non i cheeseburger, e rimuovi i sottaceti se prendi gli hamburger dal ristorante). Da questi e dai loro intrugli, l'azienda ha sviluppato un libro di cucina, "By the Sackful".

. Se non hai un ristorante White Castle vicino a te, ma desideri ardentemente il gusto di un nuovo slider, tieni d'occhio il Crave Mobile, il food truck di White Castle che fa un tour annuale attraverso il paese.

L'autore è editore della rivista QA. Può essere contattata all'indirizzo [email protected]

Foto di Vicki Jeromos-Blayney


Contenuti

L'uso delle arachidi risale agli Aztechi e agli Incas. [3] [4]

Un piatto correlato chiamato "pinda-käse" (formaggio di arachidi) esisteva in Suriname nel 1783. Questo era più solido del moderno burro di arachidi e poteva essere tagliato e servito a fette come il formaggio. In olandese, il moderno burro di arachidi è ancora chiamato pindakaas per questo motivo: il Suriname era una colonia olandese a quel tempo. In quel periodo esisteva anche il Pinda bravoe in Suriname, un piatto a base di arachidi simile a una zuppa. [5] [6] [7]

Marcellus Gilmore Edson di Montreal, Quebec, Canada, ottenne un brevetto per un metodo per produrre burro di arachidi da arachidi tostate usando superfici riscaldate nel 1884. [8] Il prodotto raffreddato di Edson aveva "una consistenza come quella di burro, strutto o unguento" secondo alla sua domanda di brevetto che descriveva un processo di macinazione di arachidi tostate fino a quando le arachidi raggiungevano "uno stato fluido o semifluido". Ha mescolato lo zucchero nella pasta per indurire la sua consistenza. Un uomo d'affari di St. Louis di nome George Bayle produceva e vendeva burro di arachidi sotto forma di snack nel 1894. [9]

John Harvey Kellogg, noto per la sua linea di cereali per la colazione preparati, era un sostenitore dell'utilizzo di alimenti vegetali come scelta dietetica più sana piuttosto che carne. [10] Gli fu rilasciato un brevetto per un "processo di produzione di prodotti alimentari" nel 1898 e usò le arachidi, sebbene le facesse bollire invece di arrostirle. [10] [11] Il Western Health Reform Institute di Kellogg ha servito burro di arachidi ai pazienti perché avevano bisogno di un alimento che contenesse molte proteine, ma che poteva essere mangiato senza masticare. [9] [10] All'inizio, il burro di arachidi era un alimento per le persone benestanti, poiché divenne popolare inizialmente come prodotto servito in costosi istituti di assistenza sanitaria. [9] [10]

Le prime macchine per la produzione di burro di arachidi furono sviluppate da Joseph Lambert, che aveva lavorato al Battle Creek Sanitarium di John Harvey Kellogg, e dal Dr. Ambrose Straub che ottenne un brevetto per una macchina per la produzione di burro di arachidi nel 1903. [12] [13] Nel 1917, i consumatori americani usavano i prodotti a base di arachidi durante i periodi di razionamento della carne, con le promozioni del governo dei "lunedì senza carne" quando il burro di arachidi era una scelta preferita. [10]

"Nel 1922, il chimico Joseph Rosefield inventò un processo per produrre burro di arachidi liscio che impediva all'olio di separarsi utilizzando l'olio Rosefield parzialmente idrogenato". ha concesso in licenza la sua invenzione alla società che ha creato il burro di arachidi Peter Pan" nel 1928 e in ". Nel 1932 iniziò a produrre il suo burro di arachidi con il nome di Skippy". [12] Sotto il marchio Skippy, Rosefield sviluppò un nuovo metodo per zangolare il burro di arachidi cremoso, conferendogli una consistenza più liscia. Mescolava anche frammenti di arachidi nel burro di arachidi, creando il primo burro di arachidi in stile "grosso". [9] Nel 1955, Procter & Gamble ha lanciato un burro di arachidi chiamato Jif, che era più dolce di altre marche, grazie all'uso di "zucchero e melassa" nella sua ricetta. [9] Un termine gergale per il burro di arachidi nella seconda guerra mondiale era "burro di scimmia".[14]

Come conferma il National Peanut Board degli Stati Uniti, "Contrariamente alla credenza popolare, George Washington Carver non ha inventato il burro di arachidi". [15] A Carver è stato dato credito nel folklore popolare per molte invenzioni che non sono uscite dal suo laboratorio. Quando Carver pubblicò il suo documento sulle arachidi, intitolato "Come coltivare l'arachide e 105 modi di prepararlo per il consumo umano" nel 1916, [16] molti metodi di preparazione del burro di arachidi erano stati sviluppati o brevettati da vari farmacisti, medici e scienziati dell'alimentazione che lavorano negli Stati Uniti e in Canada. [17] [18] [13] Il 24 gennaio è la Giornata nazionale del burro di arachidi negli Stati Uniti. [19]

I due principali tipi di burro di arachidi sono croccante (o grosso [20] ) e liscio (o cremoso). Nel burro di arachidi croccante, sono inclusi alcuni frammenti di arachidi macinati grossolanamente per dare una consistenza extra. A volte la trama è enfatizzata nel marketing con parole come "Super pezzo" o "Extra Croccante". Le arachidi nel burro di arachidi liscio vengono macinate in modo uniforme, creando una crema omogenea come il burro. [ citazione necessaria ]

Negli Stati Uniti, le normative alimentari richiedono che qualsiasi prodotto etichettato come "burro di arachidi" debba contenere almeno il 90% di arachidi [21] il restante <10% di solito è costituito da ". sale, un dolcificante e un emulsionante o olio vegetale indurito che previene la formazione di arachidi olio dalla separazione". [22] Negli Stati Uniti, nessun prodotto etichettato come "burro di arachidi" può contenere "dolcificanti artificiali, conservanti chimici, [o] additivi coloranti naturali o artificiali". [22] Alcune marche di burro di arachidi sono vendute senza emulsionanti che legano gli oli di arachidi con la pasta di arachidi e quindi richiedono l'agitazione dopo la separazione. La maggior parte delle principali marche di burro di arachidi aggiunge zucchero bianco, ma ce ne sono altre che utilizzano sciroppo di canna essiccato, sciroppo d'agave o zucchero di palma da cocco. [23] In Olanda si chiama burro di arachidi pindakaas (letteralmente "formaggio di arachidi") piuttosto che pindaboter ("burro di arachidi") perché la parola burro era un termine legalmente protetto per i prodotti che contengono burro vero e proprio, spingendo Calvé, l'azienda che lo ha commercializzato per prima nel paese nel 1948, a utilizzare kaas invece. [24]

Burro di arachidi artigianale

Sono disponibili burri di arachidi biologici e artigianali, ma i loro mercati sono piccoli. [9] [25] Il burro di arachidi artigianale è solitamente privo di conservanti, senza additivi e fatto a mano in una configurazione di tipo artigianale. Jesse Frank Ford di Arrowhead Mills nel 1970 è diventato uno dei primi produttori a iniziare a produrre burro di arachidi con arachidi di Valencia coltivate biologicamente. [26] L'obiettivo di Ford era quello di coltivare arachidi con mezzi sostenibili, senza pesticidi e senza cereali macinati in massa. Da quando Arrowhead Mills è stata venduta all'Hain Celestial Group nel 1999, è stato segnalato che il burro di arachidi non è diverso dai prodotti di altre aziende di burro di arachidi. [27]

Piantare e raccogliere

A causa delle condizioni meteorologiche, le arachidi vengono solitamente piantate in primavera. L'arachide proviene da un fiore giallo che si piega e si infiltra nel terreno dopo la fioritura e l'appassimento, e l'arachide inizia a crescere nel terreno. Le arachidi si raccolgono da fine agosto a ottobre, mentre il tempo è sereno. [28] Questo tempo consente il terreno asciutto in modo che, una volta raccolto, il terreno non si attacchi agli steli e ai baccelli. Le arachidi vengono quindi rimosse dalle viti e trasportate a una sgranatrice per arachidi per l'essiccazione meccanica. Dopo la raccolta, le arachidi vengono consegnate ai magazzini per la pulizia, dove vengono stoccate sgusciate in silos. [28]

Sgranare

La sgusciatura deve essere condotta con attenzione per evitare che i semi vengano danneggiati durante la rimozione del guscio. L'umidità delle arachidi sgusciate è controllata per evitare un'eccessiva frangibilità dei gusci e dei noccioli, che a sua volta riduce la quantità di polvere presente nella pianta. [28] Successivamente, le arachidi vengono inviate a una serie di rulli impostati appositamente per il lotto di arachidi, dove vengono frantumate. Dopo il cracking, le arachidi passano attraverso un processo di screening in cui vengono ispezionate per i contaminanti. [28]

Arrostire

Il processo di tostatura a secco utilizza il metodo discontinuo o continuo. Nel metodo batch, le arachidi vengono riscaldate in grandi quantità in un forno girevole a circa 800 ° F (430 ° C). [29] Successivamente, le arachidi in ogni lotto vengono mantenute uniformemente e arrostite in forno a 320 ° F (160 ° C) per circa 40-60 minuti.[28] Questo metodo è utile quando le arachidi differiscono nel contenuto di umidità. Nel metodo continuo si impiega una tostatrice ad aria calda. Le arachidi passano attraverso il girarrosto mentre vengono scosse per consentire una tostatura uniforme. Un fotometro indica il completamento della tostatura a secco. [30] Questo metodo è preferito dai grandi produttori poiché può ridurre il tasso di deterioramento e richiede meno manodopera. [28]

Raffreddamento

Dopo la tostatura a secco, le arachidi vengono tolte dal forno il più velocemente possibile e poste direttamente in un cilindro soffiatore-raffreddatore. [28] Ci sono ventole di aspirazione nel cilindro di metallo che possono aspirare un grande volume d'aria, [30] in modo che le noccioline possano essere raffreddate in modo più efficiente. Le arachidi non si seccano perché il raffreddamento può aiutare a trattenere un po' di olio e umidità. [30] Il processo di raffreddamento è completato quando la temperatura nel cilindro raggiunge 86 °F (30 °C). [28]

Sbiancamento

Dopo che i chicchi si sono raffreddati, le arachidi verranno sbollentate a caldo o in acqua per rimuovere i tegumenti rimanenti. Rispetto alla scottatura a caldo, la sbollentatura ad acqua è un nuovo processo. Lo sbiancamento ad acqua è apparso per la prima volta nel 1949. [28]

Sbollentatura a caldo

Le arachidi vengono riscaldate ad aria calda a 280 °F (138 °C) per non più di 20 minuti per ammorbidire e dividere le bucce. Successivamente, le arachidi vengono esposte al vapore continuo in una sbollentatrice. Le pelli vengono quindi rimosse utilizzando setole o cinghie di gomma morbida. Successivamente, queste pelli vengono separate e soffiate nei sacchetti dei rifiuti. Nel frattempo, i cuori delle arachidi vengono segregati tramite ispezione. [28]

Sbiancamento dell'acqua

Dopo che i chicchi sono stati disposti in vaschette, la pelle del chicco viene incrinata sui lati opposti facendola rotolare attraverso lame fisse affilate. Mentre le pelli vengono rimosse, i chicchi vengono fatti passare attraverso un bagno di acqua calda di un minuto e posti su un tappetino oscillante con una tela sopra. L'azione oscillante del tampone rimuove le pelli. Successivamente, i chicchi sbollentati vengono essiccati per almeno sei ore all'aria calda a 120 °F (49 °C). [28]

Dopo la scottatura, le arachidi vengono vagliate e ispezionate per eliminare le arachidi bruciate e marce. Viene anche utilizzato un soffiatore per rimuovere le arachidi chiare e le arachidi scolorite vengono rimosse utilizzando una macchina per la selezione del colore. [28]

Rettifica

Dopo la scottatura, le arachidi vengono inviate alla macinazione per essere trasformate in burro di arachidi. Le arachidi vengono quindi inviate attraverso due dimensioni di smerigliatrici. Il primo macinino produce una macinatura media e il secondo produce una macinatura fine. [28] A questo punto, alla macinatura fine vengono aggiunti sale, zucchero e uno stabilizzatore di olio vegetale per produrre il burro di arachidi. Questo aggiunge sapore e consente al burro di arachidi di rimanere una miscela omogenea. [31] In questa fase possono essere aggiunte anche arachidi tritate per produrre burro di arachidi "grosso". [28]

Confezione

Prima del confezionamento, il burro di arachidi deve essere preventivamente raffreddato per poter essere sigillato in vasetti. [28] La miscela viene pompata in uno scambiatore di calore per raffreddarla a circa 120 °F (49 °C). [31] Una volta freddo, il burro di arachidi viene pompato in barattoli e sigillato sottovuoto, un processo che rimuove l'aria e deossigena il burro di arachidi per inibirne l'ossidazione. [ citazione necessaria ] I vasetti vengono quindi etichettati e messi da parte fino alla cristallizzazione. I vasetti di burro di arachidi vengono poi confezionati in cartoni distribuiti ai rivenditori, dove vengono conservati a temperatura ambiente e venduti ai consumatori. [28]

Un articolo del 2012 affermava che "Cina e India sono rispettivamente il primo e il secondo produttore" di arachidi. [12] Gli Stati Uniti d'America ". è il terzo produttore di arachidi (Georgia e Texas sono i due principali stati produttori di arachidi)" [12] e "più della metà del raccolto di arachidi americano è destinato alla produzione di burro di arachidi ." [12]

Secondo il libro di Jon Krampner del 2013 sul burro di arachidi, il consumo pro capite di burro di arachidi in Canada e nei Paesi Bassi - il più grande consumatore pro capite in Europa - ha superato quello negli Stati Uniti. [32] Nel marzo 2020 durante la pandemia di COVID-19, le vendite al dettaglio di burro di arachidi negli Stati Uniti sono aumentate del 75% rispetto al livello di marzo 2019. [33]


Cosa fare se il tuo animale ha mangiato altre cose non alimentari?

Se il tuo animale mangia qualunque oggetto diverso dal suo cibo, chiama il veterinario. Calzini vecchi, palline da tennis sporche o anche parti di giocattoli per cani o gatti potrebbero non essere velenosi, ma questo non li rende sicuri. Gli oggetti morbidi come calze o biancheria intima possono causare blocchi intestinali. Oggetti appuntiti come bastoncini o frammenti di ossa possono fare lo stesso e comportano il rischio aggiuntivo di perforare l'intestino del tuo animale domestico, dice Barrack. In entrambi i casi, il tuo animale domestico potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico per rimuovere gli oggetti.