it.mpmn-digital.com
Nuove ricette

Kells Brewpub 2° anniversario

Kells Brewpub 2° anniversario


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.



Sono già passati due anni per il brewpub del Kells Irish Pub sulla Northwest 21st a Portland e festeggiano questo venerdì con musica dal vivo e due speciali spillature di birra.
Clicca qui per leggere il resto di questo post!


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, ottenendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro.

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells è impegnata in prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, ottenendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato e ho iniziato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro".

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells è impegnata in prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, ottenendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato e ho iniziato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro".

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells si impegna a produrre prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, conseguendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro.

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells è impegnata in prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, ottenendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro.

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells si impegna a produrre prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, conseguendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato e ho iniziato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro".

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells si impegna a produrre prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, conseguendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro.

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Gran parte dei prodotti proviene direttamente dalla fattoria di famiglia Wilsonville e Kells si impegna a produrre prodotti ecocompatibili, tra cui pesce sostenibile e carni allevate localmente.


Kells, una volta solo un famoso pub irlandese, ora un fiorente produttore di birra: Portland Breweries Series

Garrett McAleese ha provato a fare qualcos'altro. Ha seguito la strada del college, conseguendo una laurea in economia internazionale e trovando un lavoro all'estero.

Ma quando sei cresciuto in uno dei grandi bar irlandesi d'America, imparando il mestiere circondato da familiari e amici, è difficile lasciarti andare.

Così, il figlio dei fondatori di Kells Irish Pub, Lucille e Gerard McAleese, tornò a casa a Portland. Poi nel 2012 ha fondato Kells Brew Pub, ora Kells Brewery, nel nord-ovest di Portland, lanciando una nuova avventura per i pub irlandesi sorelle di lunga data di Portland e Seattle.

"Sono cresciuto facendo sempre qualcosa al bar, che si trattasse di cucinare o sbrigare i tavoli, quindi impari un po' di tutto, poi hai un amore e una passione per tutto", dice McAleese durante una recente intervista. “Puoi sviluppare il tuo palato fin dalla tenera età. … È stato divertente e ha portato a questa profonda passione per la produzione di birra e la creazione di un menu per il ristorante”.

La Kells Brewery ora produce tutta la birra per i ristoranti del clan McAleese. Ciò include il famoso Kells Irish Pub di Southwest Portland, aperto nel 1990, e l'originale Kells, aperto nel 1983 vicino a Pike Place a Seattle. McAleese produce anche per la sua pizzeria, Coltiva, vicino alla Key Arena di Seattle.

McAleese dice che non aveva la minima idea che sarebbe entrato nell'azienda di famiglia, ma un assaggio della vita d'ufficio ha cambiato la situazione. Il laureato dell'Università dell'Oregon viveva in Argentina, lavorava per una società di logistica americana, seduto tutto il giorno alla scrivania al telefono.

"Ero infelice", dice il 31enne McAleese. “Dopo aver lavorato nel settore della ristorazione per quasi un decennio, mi mancava quell'interazione personale. Quindi ho lasciato e sono andato a lavorare al bar sotto la stanza che stavo affittando e non mi sono mai guardato indietro".

Per fortuna, ha incontrato alcuni americani che stavano aprendo un birrificio a Rosario, in Argentina, così ha detto loro che avrebbe lavorato gratis se gli avessero insegnato a fare la birra. Ha imparato il mestiere, ha sviluppato ricette, poi si è ritrovato negli Stati Uniti a condividere la sua visione con suo padre.

"Ero tipo, 'Ehi, ho avuto questa idea, ho fatto queste ricette'", ricorda di aver detto a suo padre. “La mia vista era molto più piccola, ma mio padre lo fa da tanto tempo. È tipo, 'Se vuoi fare questo, fallo al meglio -- e deve anche essere un Kells.'”

McAleese il giovane si è dato da fare per convertire un ex rivenditore di piastrelle sulla Northwest 21st Avenue a Davis Street nel nuovissimo Kells. L'edificio, che decenni prima era anche un parcheggio, era dotato di grandi travi antiche e soffitti alti. Oggi, il legno scuro ovunque, dai tavoli al grande ed elegante bar completo, conferisce autenticità e comfort.

McAleese è un ragazzo pratico, che aiuta a installare la linea di produzione della birra e a costruire gli "snug" - cabine private in legno di epoca vittoriana - che rispecchiano quelle del suo pub preferito a Belfast, nell'Irlanda del Nord. McAleese ha reso la sede del nord-ovest una versione leggermente più piccola dei grandi Kells dall'altra parte della città, anche fino allo sgombero dei tavoli nelle serate del fine settimana per musica e balli.

Kells Brewery ha due approcci alla birra: uno è una linea di birre "vecchio mondo", tra cui una birra irlandese, una rossa irlandese e una lager irlandese. L'altro è una serie di stili moderni che include un Northwest IPA, un doppio IPA e un Tropical Hazy IPA, che sono inscatolati e distribuiti nei negozi della zona.

Allo stesso modo, il menu del cibo è una graziosa miscela di vecchio e nuovo mondo. Non lesina sui classici irlandesi come la torta di pastore, lo stufato irlandese, carne in scatola e cavolo e fish and chips, ma offre anche panini, hamburger, insalate e pesce. Much of the produce comes straight from the family’s Wilsonville farm, and Kells is committed to environmentally friendly products, including sustainable fish and locally raised meats.


Kells, once just a famous Irish pub, now a flourishing beer maker: Portland Breweries Series

Garrett McAleese tried to do something else. He went the college route, earning an international business degree and landing a job overseas.

But when you’ve grown up in one of America’s great Irish bars, learning the business surrounded by family and friends, it’s tough to let go.

So, the son of Kells Irish Pub founders Lucille and Gerard McAleese came home to Portland. Then in 2012 he founded Kells Brew Pub, now Kells Brewery, in Northwest Portland, launching a new venture for the longtime Portland and Seattle sister Irish pubs.

“I grew up always doing something in the bar, whether it was cooking or busing tables, so you learn a little bit of everything, then have a love and a passion for everything,” McAleese says during a recent interview. “You get to develop your palate from a very young age. … It was fun, and it led to this deep passion for making beer and creating a menu for the restaurant.”

Kells Brewery now makes all the beer for the McAleese clan’s restaurants. That includes Southwest Portland’s renowned Kells Irish Pub, which opened in 1990, and the original Kells, which opened in 1983 near Pike Place in Seattle. McAleese also brews for his pizzeria, Coltiva, near Seattle’s Key Arena.

McAleese says he had no inkling he’d go into the family business, but a taste of office life changed that. The University of Oregon grad was living in Argentina, working for an American logistics company, sitting all day at a desk on the phone.

“I was miserable,” says the 31-year-old McAleese. “After working in the restaurant industry for almost a decade, I missed that personal interaction. So I quit and went and started working at the bar underneath the room I was renting and kind of never looked back.”

As luck would have it, he met some Americans who were opening a brewery in Rosario, Argentina, so he told them he’d work for free if they taught him how to brew. He learned the business, developed recipes, then found himself back in the states sharing his vision with his dad.

“I was like, ‘Hey, I got this idea, I’ve been doing these recipes,’ ” he recalls telling his dad. “My vision was much smaller, but my father, he’s been doing this so long. He’s like, ‘If you want to do this, do it all the best -- and also it’s got to be a Kells.’”

McAleese the younger got busy converting a former tile retailer at Northwest 21st Avenue at Davis Street into the newest Kells. The building, also a parking garage decades earlier, came with large, old-growth beams and high ceilings. Today, dark wood throughout – from the tables to the big, elegant full bar – lends authenticity and comfort.

McAleese is a hands-on guy, helping install the brewing line and building the “snugs” – Victorian-era private, wooden booths – that mirror ones in his favorite pub in Belfast, Northern Ireland. McAleese has made the Northwest location a slightly smaller version of the big Kells across town – even down to clearing out the tables on weekend nights for music and dancing.

Kells Brewery has two beer approaches: One is a line of “old world” beers, including an Irish stout, Irish red and Irish lager. The other is a series of modern styles that includes a Northwest IPA, a double IPA and a Tropical Hazy IPA, which are canned and distributed in area stores.

The food menu similarly is a graceful blend of old and new world. It doesn’t skimp on Irish classics like shepherd’s pie, Irish stew, corned beef and cabbage, and fish and chips, but it also offers sandwiches, burgers, salads and fish. Much of the produce comes straight from the family’s Wilsonville farm, and Kells is committed to environmentally friendly products, including sustainable fish and locally raised meats.


Kells, once just a famous Irish pub, now a flourishing beer maker: Portland Breweries Series

Garrett McAleese tried to do something else. He went the college route, earning an international business degree and landing a job overseas.

But when you’ve grown up in one of America’s great Irish bars, learning the business surrounded by family and friends, it’s tough to let go.

So, the son of Kells Irish Pub founders Lucille and Gerard McAleese came home to Portland. Then in 2012 he founded Kells Brew Pub, now Kells Brewery, in Northwest Portland, launching a new venture for the longtime Portland and Seattle sister Irish pubs.

“I grew up always doing something in the bar, whether it was cooking or busing tables, so you learn a little bit of everything, then have a love and a passion for everything,” McAleese says during a recent interview. “You get to develop your palate from a very young age. … It was fun, and it led to this deep passion for making beer and creating a menu for the restaurant.”

Kells Brewery now makes all the beer for the McAleese clan’s restaurants. That includes Southwest Portland’s renowned Kells Irish Pub, which opened in 1990, and the original Kells, which opened in 1983 near Pike Place in Seattle. McAleese also brews for his pizzeria, Coltiva, near Seattle’s Key Arena.

McAleese says he had no inkling he’d go into the family business, but a taste of office life changed that. The University of Oregon grad was living in Argentina, working for an American logistics company, sitting all day at a desk on the phone.

“I was miserable,” says the 31-year-old McAleese. “After working in the restaurant industry for almost a decade, I missed that personal interaction. So I quit and went and started working at the bar underneath the room I was renting and kind of never looked back.”

As luck would have it, he met some Americans who were opening a brewery in Rosario, Argentina, so he told them he’d work for free if they taught him how to brew. He learned the business, developed recipes, then found himself back in the states sharing his vision with his dad.

“I was like, ‘Hey, I got this idea, I’ve been doing these recipes,’ ” he recalls telling his dad. “My vision was much smaller, but my father, he’s been doing this so long. He’s like, ‘If you want to do this, do it all the best -- and also it’s got to be a Kells.’”

McAleese the younger got busy converting a former tile retailer at Northwest 21st Avenue at Davis Street into the newest Kells. The building, also a parking garage decades earlier, came with large, old-growth beams and high ceilings. Today, dark wood throughout – from the tables to the big, elegant full bar – lends authenticity and comfort.

McAleese is a hands-on guy, helping install the brewing line and building the “snugs” – Victorian-era private, wooden booths – that mirror ones in his favorite pub in Belfast, Northern Ireland. McAleese has made the Northwest location a slightly smaller version of the big Kells across town – even down to clearing out the tables on weekend nights for music and dancing.

Kells Brewery has two beer approaches: One is a line of “old world” beers, including an Irish stout, Irish red and Irish lager. The other is a series of modern styles that includes a Northwest IPA, a double IPA and a Tropical Hazy IPA, which are canned and distributed in area stores.

The food menu similarly is a graceful blend of old and new world. It doesn’t skimp on Irish classics like shepherd’s pie, Irish stew, corned beef and cabbage, and fish and chips, but it also offers sandwiches, burgers, salads and fish. Much of the produce comes straight from the family’s Wilsonville farm, and Kells is committed to environmentally friendly products, including sustainable fish and locally raised meats.