Nuove ricette

Salsicce fatte in casa

Salsicce fatte in casa


Ricetta Salsicce fatte in casa di del 11-05-2011 [Aggiornata il 12-02-2018]

Molte persone pensano che preparare le salsicce in casa sia un'impresa impossibile, per me che ho sempre visto mia nonna farle è una procedura abbastanza semplice, basta scegliere i pezzi di carne giusti da impiegare e dosare bene sale e spezie per non poter più fare a meno di preparare le salsicce in casa anzicchè comprare quelle già confezionate. Quella che vi presento è la ricetta di mia nonna per fare le salsicce in casa, le migliori salsicce che io abbia mai assaggiato, sembrava una mission impossible ottenere la sua ricetta con delle dosi precise ma armata di bilancia, di macchina fotografica e di pazienza sono riuscita ad ottenere la sua ricetta. Se vi va di cimentarvi in questa preparazione, di seguito trovate info, foto e suggerimenti by nonna Gilda!

  • Ingredienti per 26 salsicce:

Procedimento

Come fare le salsicce fatte in casa

Tritare i 2 tipi di carne di maiale con il tritacarne a disco grosso e metterla in un recipiente.

Aggiungere il sale, il pepe, i semi di finocchio e il vino bianco

Mescolate tutto bene impastando con le mani e lasciate riposare l'impasto per un'ora.

Sciaquate la budella, strizzatele bene e allargate con le dita la parte iniziale in modo che si allarghi un pò e infilatela in un imbutino apposito per insaccare.

Iniziate a prendere man mano la carne nell'imbutino e spingerla giù nell'intestino

Mentre il budello si riempie, praticare dei fori con un ago in modo che fuoriesca l'aria e il budello non si rompa.

Legate ora le salsicce nella lunghezza di 14 cm circa facendo prima una sorta di U e poi legandole facendo un nodo

Passare ora uno dei capi attraverso facendo una sorta di nodo

E vualà, ecco le salsicce legate

Proseguire la preparazione delle salsicce fino ad insaccarle tutte e questo è il risultato finale

Adesso potete cucinare le vostre salsicce fatte in casa come più vi aggrada, in padella, alla brace, nel sugo o al forno con le patate come le ho preparate io. Grande nonna!!!


Salsicce fatte in casa - Ricette

1 kg di carne di maiale (capocollo, pancetta, spalla )

27 g di sale fino

1 cucchiaio di semi di finocchio (o peperoncino macinato)

budello per insaccati (lo vende il macellaio)

Lavare il budello e metterlo a bagno in una ciotola con un po’ di acqua, il vino bianco e uno spicchio di aglio per un’ora circa.

Tritare tutta la carne di maiale con il tritacarne a disco grosso, metterla in un recipiente e condirla con il sale e i semi di finocchio ( o peperoncino), mescolare bene.

Strizzare il budello, allargare con le dita la parte iniziale e soffiarci dentro in modo che si allarghi un po', poi inserirlo delicatamente nell'apposito imbuto insaccatore e riempirlo.

Mentre il budello si riempie, praticare dei fori con un ago in modo che fuoriesca l'aria e il budello non si rompe.

Con lo spago da cucina fare dei nodi ogni 12 cm.

Le salsicce si consumano fresche e cotte oppure si fanno seccare in luogo fresco ed areato per qualche giorno così si possono mangiare anche crude.


Salsicce fatte in casa nell’intestino su un tritacarne – ricetta

Le salsicce fatte in casa sono davvero una delle prelibatezze di carne più deliziose che rimangono popolari nel tempo, e recentemente sono particolarmente preziose, dal momento che è quasi impossibile trovare qualcosa di simile nella rete di vendita. I prodotti di salumeria acquistati non vanno a nessun confronto con la casa, non nel gusto, né nella composizione, per non parlare dell'utilità. Le salsicce fatte in casa sono certamente al di sopra di ogni concorrenza.

Dalle nostre ricette imparerai come cucinare salsicce fatte in casa in un tritacarne e, armati di conoscenza, puoi fornire alla tua famiglia una prelibatezza di carne meravigliosa.

Come preparare salsicce fatte in casa nell'intestino - una ricetta per un tritacarne?

  • carne di maiale - 1,5 kg
  • manzo - 1 kg
  • grasso fresco - 500 g
  • cipolla - 200 g
  • aglio - 6-7 denti
  • pepe macinato nero - 15 g
  • pepe macinato profumato - 15 g
  • Granuli di coriandolo macinati - 5 g
  • semi di cumino - 5 g
  • altre spezie tra cui scegliere - da gustare
  • cognac - 175 ml
  • sale - a piacere
  • intestini di maiale - 4 m.

Quando si preparano le salsicce a casa, la prima cosa da fare è pulire se necessario (se non vengono pulite) e risciacquare a fondo l'intestino con acqua tiepida, quindi immergerle per alcuni minuti in acqua fredda.

Nel frattempo, laviamo, asciugiamo e tagliamo a pezzetti di manzo, maiale e lardo. La dimensione delle fette dovrebbe essere tale da poter passare facilmente nell'apertura del tritacarne. Quindi puliamo l'aglio e le cipolle e tagliamo l'ultimo in più pezzi. Scorrere i componenti preparati attraverso un tritacarne con una grossa griglia e posizionare il trito in una grande ciotola profonda. Quindi aggiungere pepe nero, peperone dolce, coriandolo, cumino e altre spezie a piacere, versare il brandy e mescolare bene.

Ora iniziamo a formare salsicce con l'aiuto di un tritacarne. Per fare questo, abbiamo bisogno di un ugello speciale, che installiamo sul tritacarne e mettiamo un'estremità dell'intestino di maiale su di esso. Leghiamo l'intestino dall'altra parte, facciamo punture con uno stuzzicadenti circa ogni 5-7 centimetri per tutta la sua lunghezza e cominciamo a riempirlo con carne macinata.

Determinando la densità del riempimento intestinale, osserviamo, come si suol dire, la media aurea. Se facciamo salsicce troppo strette - possono scoppiare con il trattamento termico, e la densità di impaccamento troppo bassa causerà la formazione di vuoti. Nel processo di imbottitura, promuoviamo a mano la carne macinata per tutta la lunghezza, evitando eccessiva pressione sull'intestino all'inizio, altrimenti può strappare.

La lunghezza delle salsicce è determinata a volontà. Puoi renderli piccoli, o riempire di più l'intestino e arrotolarli sotto forma di un pretzel o di una lumaca, fasciatura in più punti con un filo.

Quando è pronto, cuocere le salsicce in acqua leggermente salata per venti minuti, quindi metterle su una teglia oliata e farle rosolare nel forno prima con una, e poi d'altra parte, annaffiare nel processo di cottura con grasso o olio per una maggiore succosità.

Preparazione di salsicce fatte in casa dal pollo nell'intestino - una ricetta per un tritacarne

  • cosce di pollo - 2 kg
  • aglio - 5-7 denti
  • pepe nero macinato - a piacere
  • curry: da gustare
  • sale - a piacere
  • cereali integrali di senape (facoltativo) - da gustare
  • budella - 3-4 m.

Se hai già acquistato budella pulita, allora dovrebbero essere sciacquati in acqua tiepida e inzuppati per alcuni minuti in uno freddo. Altrimenti, le budella devono essere pulite.

Successivamente, togliamo le pelli dalle gambe e separiamo la carne dall'osso. Poi lo passiamo attraverso un tritacarne con una grossa griglia, aggiungiamo il precedentemente pulito e strizzato attraverso l'aglio pressato, il curry, il sale, il pepe macinato, il desiderio di un chicco di senape o altre spezie per i tuoi gusti, mescolare e lasciarlo in ammollo per diverse ore.

Quindi mettiamo un'estremità del budello su un ugello speciale per farcire salsicce, montate su un tritacarne e procediamo direttamente al processo di formazione dei prodotti. Non dimenticare di preforare l'intestino in diversi punti lungo l'intera lunghezza, come nella ricetta precedente, e legarlo sull'altro lato.

Mettiamo le salsicce su una teglia oleata e la mettiamo in forno preriscaldato a 200 gradi. Cuocere i prodotti fino a quando non sono rosati, quindi estrarli dal forno e lasciarli raffreddare.


Timballo

La salsiccia o per meglio dire la saggiccia, è uno dei salumi preferiti dagli abruzzesi. Avete presente quella morbidissima carne spalmabile su una buona fetta di pane, magari quello di Campli, che si mangia per assaggio, non per fame.
Il periodo dell'anno migliore per la produzione delle salsicce dalle mie parti, e in genere di tutti gli insaccati suini, è dicembre e quest'anno mi sono appassionata alla produzione di salsiccia perchè ho deciso di rifiutarmi di mangiare i commerciali insaccati contenenti nitriti e nitrati (controllate la presenza di questi codici sulle etichette: E250, E249, E251, E252) per chi vuole approfondire su Wikipedia c'è una pagina dedicata agli Additivi Alimentari.
Fate caso al colore delle salsicce di produzione propria contenenti solo sale, non saranno mai rosse come quelle contenenti additivi, ma con il tempo tendenti al marroncino.
Ecco la mia esperienza con mio padre.
Per circa 10 kg di salsicce occorre una spalla di maiale di ca 7 kg e una pancetta magra senza cotenna di 3 kg ca.
È necessario un tritacarne per fare insaccati e tritare la carne abbastanza sottile, ricordo che voglio fare la salsiccia da spalmare sul pane.
Una volta tritata la carne grattuggiare la buccia di due arance, tritare 3 spicchi d'aglio, un po' di pepe nero e sale al 2,5% del peso, in questo caso per 10 kg occorre 250 gr di sale fino. Se le salsicce invece di spalmarle le si vuole mangiare cotte allora il sale va al 2% e la carne va tritata un po' più spessa.
Amalgamare bene il tutto con le mani, consiglio di prendere un po' di carne così preparata e farla saltare in una padella antiaderente, ultimamente ho apprezzato quelle rivestite in porcellana, per controllare che sia ok, del resto il momento più emozionante è l'assaggio.
Sono necessarie le budella apposite per le salsicce, le trovate sia al supermercato che dal macellaio, vanno lavate bene con il vino bianco, fate passare il vino all'interno della budella aiutandovi con un imbuto, poi mettete le budella in acqua tiepida. A questo punto vanno riempite nella apposita macchinetta che da tritacarne si è trasformata in budella riempitrice. L'operazione è delicata perchè le budella potrebbero lacerarsi, è bene accompagnare la salsiccia che esce con le mani e punzecchiare con un ago la budella per evitare che rimanga aria all'interno.
Bene, alla fine di tutto con dello spago la leghiamo formando salsicce di lunghezza regolare tra loro, circa 10 cm.
Le salsicce vanno poste su una canna e per due o tre giorni (anche solo la notte) vicino al camino o comunque in un luogo molto asciutto. Dopo una settimana o poco più sono quindi già pronte per essere spalmate sul pane.
Quando iniziano ad indurirsi un po', ovvero dopo qualche settimana, possono essere conservate sott'olio, così manterranno il loro sapore fresco e l'aspetto roseo, alla faccia dei nitriti e dei nitrati!
Buon appetito e come dice Arci: "Sega sega mastro Ciccio la spianata e la saggiccia"

7 commenti:

Ma fantastico!!
spiegazione interessante, non sapevo come si facesse, ci provero', ECCO! :)

si la spiegazione è ottima , la percentuale del sale chi dice il 27% chi 25% o addirittura il 30%, ma nessuno dice quanto pepe, insomma la percentuale. Mi farebbe piacere saperlo. Grazie.

Ciao Umberto, il pepe è a piacere, io metto 10g ogni 20 kg di carne, meglio non esagerare.

VOLEVO SOLO FAR NOTARE CHE IL 25%DI 10 kg sono 2,5kg,e no 250gr. C'E' UNA BELLA DIFFERENZA E VERO.

Anonimo ti ringrazio per la segnalazione, ho provveduto a correggere l'errore, per fortuna che in grammi la quantità di sale era corretta!

Vorrei solo aggiungere un ingrediente da me usato sempre nelle zazzicchie. il coriandolo. Il resto e' perfetto. Luigi, Vicovaro (RM).


La seconda ricetta semi-finita

Questa ricetta per fare salsicce bavaresi in Germania è apprezzata dalle casalinghe a casa. La composizione varia leggermente con il tradizionale, ma il gusto non ne risente affatto. Alcune persone preferiscono prodotti preparati secondo la prima ricetta, mentre altri preferiscono un po 'modificati. Raccomandiamo di provare entrambi.

  • 750 grammi di carne di vitello
  • 250 grammi di maiale e la stessa quantità di lardo
  • mezzo limone - solo scorza
  • unico bianco d'uovo
  • cipolla
  • 150 grammi di ghiaccio
  • sale e pepe bianco assaggiare
  • cardamomo, noce moscata - a piacere
  • qualche prezzemolo
  • intestino di maiale di dimensioni adeguate.

Il grasso dovrebbe essere tagliato in piccoli pezzi, di circa mezzo centimetro di diametro. Per renderlo più facile da fare, congelalo un po 'prima di cucinarlo.

Carne - e carne di maiale e vitello - è necessario portare un martello di purea per battere. Il processo richiede molto tempo, ma ancora non si usano altre opzioni per la macinatura: un tritacarne o un frullatore, la carne deve essere battuta in modo che le fibre rimangano.

Mescolare carne tritata e strutto, aggiungere la buccia, le proteine, la cipolla tritata finemente e il prezzemolo, il sale e la stagione. Quindi tritare il ghiaccio, mescolare il ripieno e riempire rapidamente le budella, legandole ogni 15 centimetri.

Mettere le salsicce nel congelatore prima di cucinare.


Dissalate per un’ora in acqua fredda le budella, dopodichè mettetele in una ciotola contenente una soluzione acquosa al 2% di aceto (cioè per 1 litro di acqua 20 ml di aceto) per un’ora circa trascorso questo tempo, sciacquatele bene sotto acqua fredda corrente e lasciatele da parte. Tagliate la carne e il lardo in piccoli pezzi (potete aiutarvi con una mezzaluna), quindi mettete la carne e il lardo tagliato in una grossa terrina: aggiungetevi il sale, i semi di finocchio e il pepe rosso, dopodichè incominciate ad impastare molto bene con le mani.

La dose di sale è puramente indicativa, perchè bisogna assaggiare l’impasto per regolarvi sia per il sale sia per il pepe rosso fate così: prendete una cucchiaiata di impasto, mettetela in un padellino e soffriggetela, dopodichè assaggiatela per sapere se dovete aggiungere ancora sale e pepe oppure no a questo punto, mettete da parte e fate riposare per circa un’ora. Trascorso questo tempo, procedete all’insaccamento e riempite le budella con l’impasto preparato, servendovi di un imbuto a bocca larga (oppure usando un tritacarne con l’apposito attrezzo, come ho fatto io)

assicuratevi che siano piene d’impasto, senza che rimangano bolle d’aria, per evitare che la salsiccia si possa rovinare durante il periodo di conservazione. A questo punto, chiudete le estremità, con uno spago da cucina, suddividendo in più parti il lungo filo di salsiccia sempre con lo spago, senza tagliarle con un ago punzecchiate la salsiccia per far uscire l’aria.

Ponetela in una ciotola capiente, foderata con dei canovacci, e lasciatela lì per 24 ore. Trascorso questo tempo, appendete le salsicce, senza che si tocchino da nessuna parte, in una cantina fresca e asciutta, oppure in soffitta, per circa 3 o 5 mesi, affinchè diventi secca. Se poi volete mangiarla fresca, per friggerla, già dopo pochi giorni è pronta.

Se volete conservarla: trascorso tale tempo, raccogliete la salsiccia e mettetela in barattoli di vetro. Ungete con qualche goccia di olio i coperchi dei barattoli, chiudeteli sottovuoto e conservateli, tenendo i barattoli sottosopra per evitare la formazione di aria.


Salsiccia Fatta in Casa: Ricetta di FraGolosi

Ingredienti, Preparazione passo passo e Consigli

La Ricetta è inserita in queste raccolte:

INGREDIENTI PER CIRCA 1,5 KG DI SALSICCIA

1 kg di carne magra di maiale (spalla o prosciutto fresco), 500 g di carne grassa di maiale (pancetta senza cotenna oppure lardo oppure capocollo), circa 75 ml di vino bianco secco, 30 g di sale fino, 7 g di pepe nero macinato al momento.
Per l’esecuzione: un tritacarne con disco a fori di medie o grosse dimensioni secondo le proprie preferenze (o utilizzare una macchina per fare salsicce), un insaccatore per salsicce, budello per salsiccia q.b., spago bianco da cucina.
Per lavare il budello di suino: sale abbondante ed aceto di vino bianco q.b.

LAVARE IL BUDELLO DI MAIALE

Generalmente il budello di maiale viene venduto già pulito.
È, comunque, una buona abitudine quella di metterlo in ammollo per 30 minuti in acqua fredda, addizionata con molto sale ed aceto.
Successivamente, sciacquare bene il budello, facendo scorrere l’acqua corrente anche al suo interno in modo da eliminare ogni traccia di sale.
Sciacquarlo, in ultimo, nell’aceto.

Raffreddare le carni in frigorifero per un’ora.
Se si utilizza un tritacarne, prima di adoperarlo metterlo a raffreddare nel freezer per un’ora.
In caso contrario, la carne di maiale si scalderebbe eccessivamente e si rovinerebbe perdendo di sapore.
Tagliare la carne di maiale magra e grassa in dadini di circa 1 cm per lato.
Scegliere se utilizzare il disco medio o grosso, montarlo nel tritacarne ormai freddo e tritare le carni, passandole un’unica volta.
Raccogliere la carne macinata in un ampio contenitore (una volta era un apposito asse di legno) ed insaporirla con il sale ed il pepe.
Poi, massaggiare e mescolare la carne con le mani per circa 4-5 minuti, in modo da distribuire il sale ed il pepe in modo uniforme.
A questo punto, aggiungere il vino e lavorare la carne macinata per qualche altro minuto.
È facoltativo tritare nuovamente la carne, in modo da ottenere un impasto più omogeneo.
Coprire il contenitore con la pellicola trasparente e mettere il macinato a raffreddare in frigorifero per almeno un’ora.
Se possibile, lasciarlo in frigorifero per un’intera nottata, in modo da amalgamare tutti i sapori.

Inserire l’apposito accessorio nella macchina per insaccare le salsicce.
La grandezza della bocchetta dipenderà dalle preferenze personali.
Il diametro sarà poco ampio se si preferisce una salsiccia lunga e sottile, oppure più largo se prediligono dei rocchi più grossi.
Prima di inserire il budello nel cannello, occorre legare una delle sue estremità con dello spago da cucina.
Inserire, quindi, l’altra estremità del budello sulla canna dell’imbuto, raccogliendolo.
A questo punto, introdurre il trito di carne nel vaso contenitore dell’insaccatrice ed azionare la macchina per insaccare salsicce manualmente o elettricamente, a seconda delle caratteristiche della propria macchina per salsiccia.
Fermarsi non appena il trito di carne raggiungerà il bordo esterno della bocchetta.

Spingere, quindi, il trito di carne all’interno del budello.
Durante tale operazione sostenere il budello con la mano libera in modo da facilitare l’insaccamento ed aiutare tale procedimento con una leggera pressione della mano.
Inoltre, fare anche attenzione a non lasciare spazi vuoti, in cui si possano formare bolle d’aria.
Una volta riempito di carne tutto il budello, sfilarlo e annodare l’estremità finale.
Bucherellare, poi, con un grosso ago il budello per tutta la sua lunghezza, in modo che durante la cottura l’aria residua possa fuoriuscire dai nodi di salsiccia.

LUNGHEZZA DELLA SALSICCIA

La lunghezza de la salsiccia è dovuta ad una scelta personale e al tipo di budello (fine o grosso) adoperato per insaccare.
Generalmente la salsiccia stretta e lunga si divide in pezzi di circa 15 cm, ruotando il budello su se stesso ed alternando la direzione della rotazione nel pezzo successivo.
Questa tipologia viene chiamata “salsiccia a nastro”.
Se, invece, si è utilizzato un budello più largo (per esempio il calibro da 22 mm), normalmente la salsiccia viene legata con lo spago formando dei rocchi ogni 8-10 cm.
Questa tipologia viene chiamata “salsiccia a nodi (o a rocchi)”.

CONSUMO E CONSERVAZIONE DELLA SALSICCIA

Le salsicce fatte in casa appena insaccate possono essere consumate subito (dopo un tempo di riposo in frigorifero di alcune ore).
La salsiccia può, ugualmente, venire conservata in frigorifero per un tempo non superiore ai 3 giorni.
Può, infine, venire conservata in freezer per un tempo massimo di 2 mesi.
È, infine, possibile stagionare la salsiccia, dopo averla ricoperta con una zanzariera, a partire da un tempo minimo di 15 giorni,
Se essiccata all’ombra su un pertica posta in un balconcino o in un locale ben areato , esposta alle fredde temperature invernali per tempi prolungati (30-40 gg), può essere consumata come salume.
Una volta essiccata, la salsiccia viene da molti riposta in un largo recipiente di coccio e ricoperta con sugna (strutto) di maiale, in modo che possa conservarsi a lungo.

La salsiccia è uno degli insaccati a base di carne di maiale più apprezzato in tutto il mondo.
Per quanto riguarda la nostra penisola, non vi è regione che non abbia la propria salsiccia.
Per citarne solo alcune basti pensare alla salsiccia siciliana, a quella calabrese, a quella lucana, a quella napoletana, a quella toscana, a quella lombarda, etc.
Elemento indispensabile per preparare la salsiccia fatta in (oltre alla carne di maiale) è il budello.
Esso, di preferenza, deve essere naturale di suino (chiamato “budellozza”) o di montone (chiamato “lucanicchia” o popolarmente “luganega”).
Esistono anche budelli sintetici organici di origine animale, ma quelli naturali sono sempre i migliori.
Questi ultimi si acquistano nelle macellerie, dopo avere chiesto al proprio macellaio di fiducia il metraggio occorrente in base al peso della carne

VARIANTI

L’impasto che abbiamo suggerito è quello base.
Esso può essere ulteriormente insaporito con spezie e condimenti vari.
A Messina, ad esempio, viene venduta la salsiccia “semplice”, aromatizzata con sale, pepe ed un cucchiaio di semi di finocchio selvatico essiccati.
In alternativa, è possibile acquistare la salsiccia “condita” con dadini di provolone semi stagionato, cubetti di pomodorini, basilico o prezzemolo oppure semi di finocchietto essiccato, sale, pepe e peperoncino.
Come si può ben comprendere riguardo alla salsiccia condita c’è un’ampia libertà di scelta, giacché si possono aggiungere aglio in polvere, chiodi di garofano macinati, noce moscata grattugiata, paprika, etc.).
Tra le varianti è, anche, da annoverare un particolare modo di tagliare la carne di maiale “a punta di coltello”, cioè in cubetti piccolissimi.
Essa, una volta aromatizzata, viene inserita direttamente nel budello senza tritarla.

SALSICCIA ALL’ANTICA

In mancanza di una macchina per insaccare la salsiccia fatta in casa, nei tempi antichi si utilizzava un imbuto.
Si inseriva la carne macinata di maiale nella parte a forma di cono rovesciato terminante in un tubo largo (o cannello) sul quale era già stato introdotto il budello.
Si spingeva, quindi, la carne tritata ed aromatizzata con la parte terminale di un cucchiaio di legno (o con il dito) fino a riempire lentamente tutto il budello.


Come cuocere la salsiccia

Può essere cucinata in molti modi, a seconda del piatto che si intende preparare. Vediamone alcuni:

Alla brace: scongelarla qualche ora prima di cuocerla quando sarà completamente sbrinata si può disporre la salsiccia sulla griglia, evitando di cadere nella tentazione di bucare il budello la carne deve cuocere nel suo grasso per essere più gustosa. Alcuni tagliano la salsiccia a metà per far uscire tutto il grasso, altri preferiscono che cuocia con il suo stesso grasso.

– Si può cuocere anche sotto la cenere: è ideale se si dispone di un caminetto o di un barbecue. Si avvolgono nella carta da forno o in quella d’alluminio e si lasciano cuocere per un quarto d’ora.

– Se si decide di cucinarla alla piastra, la salsiccia privata del suo budello andrà tagliata a metà sarà necessario pressarla sulla superficie della piastra per liberarla dai grassi e condirla a piacere con salvia o rosmarino, a seconda dei gusti.

– Si può preparare in padella e farla “ubriaca”, come si usa dire. Una volta forata, la salsiccia dovrà cuocere in due dita d’acqua per eliminare tutto il grasso. A questo punto si può aggiungere del vino rosso per sfumarla e darle sapore. Sempre in padella, ma senza vino, la salsiccia senza budello può essere preparata con un ragù in bianco. Spezzettata nella padella si potrà sfumare con dell’aceto balsamico terminata la cottura si può aggiungere la pasta e saltare tutto in padella.

– La salsiccia al forno è ottima con le patate, che sarà necessario condire con olio e sale prima di infornare. Può essere forata prima o anche nel corso della cottura, affinché il grasso in uscita insaporisca le patate.

Ovviamente si può anche preparare una salsiccia senza patate e scegliere di abbinarla a carciofi o cipolle.


Salsicce fatte di selvaggina

A molte persone piace la carne, ma a volte il solito maiale o manzo è noioso e tu vuoi qualcosa di nuovo. In questo caso, dovresti prestare attenzione alla carne di cervo. È una carne molto gustosa e sana, che può essere cucinata a casa senza problemi.

Ci sono molte ricette con carne di cervo, ma una delle più comuni è la salsiccia o il sujuk di cervo.

Suju di Venison

La carne della giovane renna è più adatta per sujuk. Se hai intenzione di cucinare un grosso pezzo di carne, quindi per iniziare, dividerlo in diversi pezzi più piccoli. Poi ognuno di loro è ben salato, la sua quantità dipende dalla dimensione della carne e dallo zucchero - prendine metà del sale.

Mettere tutti i pezzi di carne di cervo in una casseruola e metterla in frigorifero per 5-7 giorni. Girare periodicamente la carne. Quando è salato, prendi le tue spezie preferite, mescolale, arrotoli i pezzi di cervo in questa miscela e appendili in un luogo fresco (sul balcone o in cantina).

Lasciare la carne per una settimana e poi rimetterla in frigorifero per un giorno. Alla fine di questo periodo, la tua selvaggina è pronta, tagliala a fettine sottili prima di servire e trattare gli ospiti e le famiglie.

Salsicce di cervo

  • carne di cervo - 1 kg
  • maiale - 1,2 kg
  • grasso di maiale - 230 g
  • involucro per salsicce o budella
  • briciole di pane - 1 tazza
  • sale - 1 cucchiaio. cucchiaio
  • pepe nero macinato - 1 cucchiaino
  • salvia, timo - 1 cucchiaino ciascuno
  • scorza di limone grattugiata - 2 cucchiaini.

Carne di maiale, lardo e carne di cervo lavati e tagliati a pezzetti. Passarli attraverso un tritacarne (singolarmente), quindi mescolare in una ciotola con pane grattugiato, condimenti e vino. Invia la miscela al congelatore per mezz'ora, quindi passa attraverso il tritacarne.

Riempire le budella di carne, piegarle a 10-13 cm e tagliare. Le salsicce pronte friggono in una padella su entrambi i lati sotto il coperchio chiuso fino a quando non sono pronte.


Ingredienti

Tagliare in pezzi grossolani la spalla di maiale (o il capocollo se non la trovate dal macellaio) e il grasso. Devono essere delle dimensioni adatte per il vostro tritacarne.

A questo punto, tritare la carne ed il grasso con il tritacarne a disco grosso e metterla in un recipiente. Mescolare tra loro le due parti e passare il tutto per una seconda volta nel tritacarne.

Al termine di questa operazione, pesare il sale ed il pepe. Ci raccomandiamo di essere precisi, soprattutto per il sale. Unire le spezie al composto tritato ed amalgamare bene il tutto in modo che il condimento si distribuisca.

La salsiccia fatta in casa sarebbe pronta nel caso in cui si volesse utilizzare per sughi, polpette, hamburger. Se si vuole arrostire sulla brace, invece, deve essere insaccata, con l’apposito strumento o con un imbutino per insaccamento con il quale ci vuole più pazienza. Noi abbiamo l’insaccatrice grande perché ne facciamo molti chili.

Sciacquare le budella, strizzarle bene e allargare con le dita la parte iniziale e infilarla in un imbutino apposito per insaccare, dopo aver legato una delle estremità con dello spago. Inserire la carne nell’imbuto ed iniziare a spingere, in modo da riempire il budello.

Se avete l’insaccatrice, invece, basterà porre il composto nel vaso contenitore della stessa, richiudere ed infilare sempre il budello, dopo aver legato un’estremità, nel cannello per insaccare. Una volta pronto basterà girare la manovella o azionarla se è elettrica. Durante tale operazione sostenere il budello con la mano libera in modo da facilitare l’insaccamento ed aiutare tale procedimento con una leggera pressione della mano.

Mentre il budello si riempie, praticare dei fori con un ago in modo che fuoriesca l’aria e il budello non si rompa. Quando tutta la carne sarà stata insaccata, si potrà procedere a legare le salsicce con uno spago, dividendole in parti uguali.

Solitamente noi dividiamo quanto ottenuto in 15 salsicce, ma si può arrivare fino a 20, se vi piacciono più piccole e cicciottelle. La salsiccia fatta in casa è pronta per essere cucinata.


Fettuccine porcini, salsicce e menta

Pulite i porcini raschiandone il gambo e lavandoli delicatamente.

Tagliateli a lamelle sottili. In un tegame versate l'olio con due spicchi d'aglio. Appena l'aglio soffrigge versatevi i funghi e saltateli a fuoco vivace per due minuti.

Aggiungete la passata di pomodoro.

Unite anche la menta e il prezzemolo tritati finemente.

Regolate di sale e di pepe, a gusto.

Nel frattempo lessate le tagliatelle.

Nel mentre, in una padella con un filo d'olio, rosolate la salsiccia a pezzettoni, con peperoncino, a gusto.

Scolate le fettuccine, saltatele nella padella con la salsiccia e aggiungete il sugo di funghi.


Video: A házikolbász készítése gyerekjáték-Kolbász töltelék összekészítése